Barbara D’Urso prete sieropositivo

“Interrompiamo per dare questa notizia”. Pomeriggio 5, Barbara D’Urso non ha parole: “Agghiacciante”

Un fatto insolito successo durante la diretta del programma pomeridiano condotto da Barbara D’Urso, Pomeriggio 5. Una notizia dell’ultima ora ha interrotto il consueto talk con gli analisti, oggi dedicato al green pass per il personale docente. È successo durante l’intervista a un professore: di punto in bianco Barbara D’Urso viene interrotta dagli autori della trasmissione che le segnalano un aggiornamento choc sulla vicenda di don Francesco Spagnesi, il sacerdote quarantenne arrestato una settimana fa a Prato con l’accusa di traffico di droga e appropriazione indebita.

Naturalmente la conduttrice dà subito la linea all’inviata Giorgia Scaccia che spiega: “Ci sarebbe un nuovo capo d’accusa per don Francesco, tentate lesioni gravissime. Il prete sarebbe sieropositivo e avrebbe taciuto la sua condizione ai partecipanti ai festini. Il compagno di don Francesco non è indagato su questa vicenda, ma parte offesa. Ai festini avrebbero partecipato regolarmente 20-30 persone. Secondo gli investigatori, due sarebbero già sieropositive”.

Barbara D’Urso prete sieropositivo

L’iniziale sgomento di Barbara D’Urso e dei suoi analisti è visibile e resta protratto per un po’. In effetti commentare una notizia del genere non è semplicissimo. Poi la conduttrice dice in diretta: “È agghiacciante”. La Procura ha formulato la nuova ipotesi di reato in relazione alla sieropositività del prete. Come riporta l’Ansa.


Barbara D’Urso prete sieropositivo

Secondo quanto spiegato nel programma di Barbara D’Urso, l’uomo non avrebbe fatto menzione della sua condizione con alcuni dei partecipanti ai festini che avrebbe organizzato assieme al compagno. Ai festini, secondo quanto riferito ieri nell’interrogatorio di garanzia da don Spagnesi, avrebbero partecipato regolarmente 20 o 30 persone. Due di queste, sempre secondo gli investigatori, hanno già dichiarato di essere sieropositive.

Barbara D’Urso prete sieropositivo

Anche la pericolosità sociale dell’eventuale comportamento dell’ex parroco della Castellina, dunque, ha spinto la procura a indagare il prete anche per la nuovo ipotesi d’accusa. Intanto oggi eseguita una nuova perquisizione a carico del religioso nella casa dove abitava insieme al compagno.