“Potrei tornare a vedere”. Annalisa Minetti lo dice in diretta e commuove il pubblico: “Grazie a lei”

Annalisa Minetti è stata ospite di Barbara D’Urso a Domenica Live su Canale 5. La cantante ha scoperto all’età di 18 anni di essere affetta da due patologie gravi agli occhi, la retinite pigmentosa e la degenerazione maculare, che l’hanno portata a perdere completamente la vista nel 2013. La Minetti è stata eletta Miss Lombardia ed è arrivata settima a Miss Italia 1997, aggiudicandosi il titolo di Miss Azira Ragazza in Gambissime.

Poi ha partecipato all’edizione del 1998 del Festival di Sanremo vincendo con il brano Senza te o con te. Ora è un’atleta e una mamma a tempo pieno e in studio si è presentata con la figlia Eléna, nata nel marzo 2018. Una chiacchierata lunga in cui Annalisa Minetti ha fatto una importante rivelazione che ha lasciato senza fiato l’intero studio. (Continua dopo la foto)


Infatti Annalisa Minetti ha detto “Potrei tornare a vedere” e ha spiegato che tutto potrebbe essere possibile grazie ad una nuova tecnologia. “Dare la possibilità a chiunque di noi di leggere, il naso darà la traiettoria alla telecamera, che potrà leggere, vedere e dire a me in un orecchio, silentemente, quello che leggo. Riconosce i volti e me lo dice all’orecchio. Se ti registro tra i volti da riconoscere, ti vede e mi dice: Barbara”. (Continua dopo la foto)

E se non arriva la tecnologia, la speranza giunge dalle cellule staminali della figlia Eléna, conservate alla nascita che potrebbero essere una svolta. “Le staminali sono di supporto a tutte le malattie degenerative: io con le staminali di Elèna, che ho tenuto da parte, quando ci sarà la possibilità potrò fare l’operazione”, racconta la cantante. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Negli anni Annalisa Minetti è stata anche accusata di essere egoista pe aver messo al mondo dei figli nonostante la sua cecità. Tuttavia ha dimostrato di essere una donna straordinaria, è andata oltre le critiche e sta crescendo con grande orgoglio sua figlia. Infatti ha concluso spiegando che il suo grande dolore è proprio non poterla vedere, solo immaginare: “Elena? Me la immagino con l’occhio furbo e dolce, un viso pieno di vita. L’unica cosa che mi fa soffrire è non vedere i miei figli. L’unica cosa che ancora non ho risolto con me è il dolore di non poter vedere i miei figli: per questo non li tocco quasi mai sul viso, non posso vederli, non me lo posso permettere, per cui non lo faccio”.

Nuove rigide misure. Spostamenti tra Regioni e visite ad amici e parenti, il governo Draghi ha deciso