Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Avete il diritto di sapere”. Amici 23, Petit e quelle parole mai dette prima: tutti si stringono intorno a lui

Nel daytime di oggi, 13 maggio, gli allievi di Amici 23 si sono lasciati andare ad una serie di confessioni. Ognuno dei finalisti si è aperto rispondendo alla domanda della produzione su quale sia stato il momento più brutto e quello più bello. Primo a prendere la parola Holden: “Il momento più bello? Francesca Tocca. La metterò sia nei ricordi belli che più brutti, perché è stato terribile e bellissimo allo stesso tempo, è stato fare una cosa un po’ lontana da me, mettersi in gioco così tanto è stata proprio una sfida”.

>>“La chiamata che aspetto da sempre”. Grande Fratello, il volto del programma cambia vita: arriva il debutto al cinema

“Nei più brutti metto lo sbrocco con Rudy: è stato uno sbrocco abbastanza pesante, mi dispiace perché forse era un momento in cui ero particolarmente suscettibile. Sono contento di aver chiarito con lui, è stato un percorso abbastanza difficile. Col senno di poi, tutto può essere fatto meglio ma sono felice è andata bene così”.


Amici 23, Petit: “Ho avuto difficoltà all’inizio ma ne sono uscito”

Poi è stata Marisol: “Ci sono stati tanti momenti belli. Quelli che mi sono rimasti più impressi: quando ho preso la maglia del serale, è stato molto emozionante. L’unico ricordo un po’ difficile riguardo a questa esperienza è il problema al ginocchio, che mi mette un po’ in difficoltà, a volte più psicologicamente che fisicamente”.

“Mi pento a volte di essermi aperta molto tardi. In alcune situazioni tendo ad essere distaccata, un po’ fredda, non mi piace sbilanciarmi troppo e sbagliare, quindi ci penso due volte prima di fare molte cose. Invidio chi si butta un po’ di più”. Arriva il turno di Petit, che si è aperto come mai prima: “Il ricordo più brutto è la fase iniziale perché stavo indietro rispetto ad altri. Sapevo che potevo dare quel qualcosa, ma non riuscivo“.

Ricordo le prime classifiche, sempre settimo e ottavo. Il momento più bello è stato quando ho cantato in napoletano la prima volta con Che fai”. Per Petit, sempre taciturno, non è stato facile parlare e gli altri allievi in casetta lo hanno abbracciato virtualmente conl sguardo. Poi Petit ha lasciato il posto a Dustin: “Il momento più brutto è stato all’inizio, quando non capivo l’italiano. Il momento più bello è stato quando Alessandra Celentano mi ha rivolto delle belle parole”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004