Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Su Todaro non posso più tacere”. Amici 23, Giovanni rompe il silenzio dopo due settimane

Amici 23, a due settimane dall’eliminazione Giovanni ha deciso di rispondere alle domande dei suoi fan. Il ballerino, uscito nel corso del secondo serale, aveva fatto parlare per la sua lite con Nicholas (eliminato insieme a lui); lite poi chiarita nello studio di Verissimo davanti a Silvia Toffanin. Ulteriori chiarimenti sono arrivati durante la diretta Instagram dei giorni scorsi, in cui ha parlato di come sta proseguendo la sua vita fuori dalla scuola.

>>“Quindi finisce qui…”. Isola dei Famosi, Vladimir trema: non poteva ricevere una notizia peggiore

“Sinceramente ancora non mi sono abituato al fuori. Lì dentro i ritmi erano altissimi e non avevi distrazioni”, racconta. “Ora qui fuori dal programma sei facilmente influenzabile da fattori esterni che magari possono portarti fuori strada. Ma sto cercando di rimanere più focus possibile per continuare a coltivare questo sogno”. Poi un commento arriva per i suoi compagni di corso: “I ragazzi della casetta penso siano la cosa più bella che mi sia mai capitata”.


Amici 23, Giovanni parla del suo rapporto con Raimondo Todaro

“Sono belli, bravi, unici, fantastici e mi fanno star bene. Ogni volta che in cassetta avevo un problema c’era sempre qualcuno di loro che con tutto il suo amore cercava di tirarmi sù il morale e puntualmente ci riusciva sempre. A loro devo un sacco di cose e sono sicuro che non li dimenticherò mai. Ci vediamo tra un mese tutti insieme”. Quindi le parole sul maestro Todaro.

Durante questo percorso Raimondo per me è stato come un papà, indirizzandomi sempre su cosa è giusto fare e soprattutto cosa è giusto non fare. Per me è stato e sarà sempre un punto di riferimento a cui rivolgermi nel caso dovesse capitarmi qualsiasi tipo di problema. Lui sa sempre come aiutarmi e se non fosse per lui ora io non sarei quello che sono diventato in questo periodo, il periodo più bello della mia vita fino ad ora”. Parole al miele.

Replicate anche per Francesca Tocca: “Descrivere Francy con una sola parola è impossibile. Con me Francy è stata una mamma, una migliore amica, una sorella che ha fatto di tutto con una pazienza infinita pur di far uscire la parte migliore di me sotto tutti i punti di vista, sia artisticamente ma soprattutto umanamente. Non vedo l’ora di rivederle e riabbracciarla come facevo fino ad una settimana fa. Ti voglio un bene dell’anima ballerina mia”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004