Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
GF Vip 7, Alfonso Signorini parla della truffa degli aerei

“Un pugno nello stomaco”. Signorini, sfregio epico (e pesante) ad Amadeus: scoppia il caso

Alfonso Signorini contro Sanremo. Tra poche settimane prenderà il via la nuova edizione del Festival della canzone italiana che si svolgerà al Teatro Ariston dal 7 all’11 febbraio 2023. Ventotto artisti in gara (22 cantanti scelti e 6 vincitori di Sanremo Giovani) con 28 canzoni inedite che gareggeranno per conquistare il podio.

Anche quest’anno il conduttore e direttore è Amadeus. Accanto a lui alla conduzione ci sono il cantate Gianni Morandi, presente tutte le sere, Chiara Ferragni (presente per la prima serata e durante la finale), Francesca Fagnani, conduttrice insieme ad Amadeus nella seconda serata, la campionessa di volley e capitano della nazionale italiana Paola Egonu (terza serata) e l’attrice, conduttrice televisiva e scrittrice Chiara Francini (quarta serata). A fare scalpore è stata la notizia di un ospite speciale, Zelensky, che sarà presente durante la finale del Festival di Sanremo in programma sabato 11 febbraio. Lo scoop è stato annunciato da Bruno Vespa.

Leggi anche: “Vince lui il Festival”. Sanremo 2023, fuori il suo nome: Amadeus e il pubblico l’hanno già scoperto

Sanremo 2023, Alfonso Signorini contro l'ospitata di Zelensky


Sanremo 2023, Alfonso Signorini contro l’ospitata di Zelensky

Durante una intervista registrata a Kiev, il presidente dell’Ucraina aveva chiesto proprio al giornalisti Rai di poter partecipare a Sanremo. Amadeus ha accolto la richiesta ma l’arrivo di Zelensky ha sollevato un polverone. A criticare la decisione di ospitare Zelensky durante l’ultima puntata di Sanremo 2023 è stato Alfonso Signorini. Dal settimanale da lui diretto, il giornalista e conduttore del GF Vip 7 si è detto contrario all’ospitata del presidente dell’Ucraina.

Sanremo 2023, Alfonso Signorini contro l'ospitata di Zelensky

“Eppure c’è in tutto questo un retrogusto amaro che non posso fare finta di ignorare. E non è la prima volta che mi capita. Ricordo ancora quando vidi il servizio glamour realizzato dal presidente ucraino con la moglie Olena sulle patinatissime pagine di Vogue. Non volevo credere ai miei occhi. – ha accusato Signorini – Nel pieno della guerra, sullo sfondo di un tragico palcoscenico di macerie e di morti, quelle immagini erano un vero e proprio pugno nello stomaco”.

“Ma a me sembra che canali comunicativi più adatti a Zelensky e alla sua causa non manchino e che li sappia anche sfruttare bene. – ha detto ancora il giornalista parlando del presidente dell’Ucraina e della sua ospitata a Sanremo 2023 – Di recente è volato alla Casa Bianca e nello studio Ovale ha ringraziato il presidente Biden per gli aiuti ricevuti. Pochi mesi fa ha tenuto un applauditissimo discorso alle Nazioni Unite, che in pochi secondi ha fatto il giro del mondo. Esistono invece dei contesti che, seppur prestigiosi, sono stonati con la realtà della guerra. Esiste anche un rispetto per chi è in prima linea a combattere, un rispetto per chi ci ha rimesso la pelle e per tutte le famiglie che sono state private di un affetto. Un giornale patinato, esattamente come la platea di uno spettacolo di svago e intrattenimento, stridono con tutto questo”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004