Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L'Arena

“Ti viene un infarto”. Non è L’Arena, tensione altissima tra gli ospiti. E Massimo Giletti assiste allo scontro

Scontro tra Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L’Arena, il programma di Massimo Giletti in onda su La7. Durante la solita diretta della domenica sera, si parla di reddito di cittadinanza, lavoro e disoccupazione. Stiamo parlando della puntata del 29 maggio e in studio c’è Giorgio Cremaschi, di Potere al popolo, e in collegamento da casa, Alessandro Sallusti. Da una parte del dibattito i lavoratori che non hanno occupazione e che denunciano lo sfruttamento da parte degli imprenditori che vogliono pagarli solo 400 euro al mese.

Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L’arena ai ferri corti: “Io non so che paletti mette questo signore alla possibilità di tornare a lavorare”, esordisce il direttore di Libero, “magari rifiutando un contratto a termine altrimenti qualcuno ci sta prendendo in giro”. “Si chiamano diritti non paletti, diritti”, urla Cremaschi. E ancora: “Diritti. Diritti delle persone che lavorano”, continua a gridare. Ed è qui che perde la pazienza l’esponente di Potere al Popolo.

Massimo Giletti: età, altezza, peso. Fidanzata, ex compagna, vita privata

Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L'Arena


Scontro tra Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L’Arena

“Si chiamano diritti, sì”, ribatte Sallusti, “guarda che ti viene un infarto. Si chiamano diritti. L’imprenditore in studio abbiamo sentito dal vivo spiega che ha offerto ai ragazzi dei contratti rispettando i loro diritti, come dici tu, diritti, e i ragazzi gli hanno fatto così” (e fa il gesto dell’ombrello, ndr). Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L’arena se ne dicono di tutti i colori: “I ragazzi hanno risposto: io me ne fotto dei miei diritti perché preferisco il lavoro in nero o vivere a sbafo”, conclude il direttore di Libero.

Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L'Arena

Poco più tardi, in fascia protetta, Massimo Giletti (qui la confessione dopo la morte del padre) si concentra in alcuni locali di Milano, dove si fanno feste a luci rosse. In un servizio realizzato da Moreno Pisto, direttore di Mowmag, e mandato in onda il 29 maggio da Massimo Giletti a Non è l’arena, su La7, si vede questo “party” bollente in un locale dove nel prive puoi passare 10 minuti con una “ragazza” al costo di 300 euro. La speaker annuncia: “Gli unici pali che vogliamo vedere questa sera sono i vostri ca*** duri”.

Alessandro Sallusti e Giorgio Cremaschi a Non è L'Arena

E ancora: “Nascondete tutto quello che avete, occhio arrivano gli sbirri”. Quindi sul palco salgono un nano vestito da poliziotto e una ragazza completamente nuda con solo delle calze a rete e tacchi a spillo. Il nano è seduto sulla sua schiena: “Cioè ragazzi un cavallo che monta e smonta una cavalla”. Poi la ragazza si siede sopra di lui mentre il nano prende un vibratore. La fine è alquanto scontata.

“Lo denuncio”. Massimo Giletti, la ex fidanzata Alessandra Moretti: “Violenza intollerabile”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004