L’iPhone 6 ha un difetto: si può piegare anche tenendolo in tasca

Il nuovo iPhone 6 è già un successo a giudicare dal numero di dispositivi venduti (oltre 10 milioni) in pochi giorni. E continuano anche i numerosi test per provarne efficienza e novità. Alla ricerca di difetti, insomma. Ce n’è uno che, segnalano gli esperti, forse preoccupa un po’. Nelle scorse ore si è diffusa la notizia che a qualche possessore di iPhone 6 Plus il device gli si è leggermente piegato dopo averlo tenuto in una tasca per lungo tempo in posizione forzata. Non poteva mancare, a questo punto, un “test di flessibilità” e a effettuarlo ci ha pensato il sito Unbox Therapy che ha realizzato un video. Il risultato del test? L’iPhone 6 Plus in effetti si piega. Per riuscirci è necessario applicare una discreta forza ma, una volta piegato, il dispositivo non torna più alla sua forma normale. Iniziando a fare forza sulle estremità l’iPhone 6 Plus si è piegato vicino ai tasti del volume, probabilmente il punto più sottile della scocca in alluminio. Il device è risultato comunque funzionante anche se, provandolo a raddrizzare, si è crepato il display.


Il problema, stando a quanto si legge in diversi forum specializzati, è stato segnalato da diversi utenti. Si tratta di un problema non del tutto nuovo per la società di Cupertino, che lo aveva già affrontato con le precedenti generazioni. Alcunni incidenti simili sono capitati con iPhone 5S, ma anche con il precedente iPhone 5. Al momento, forse l’unico consiglio per i futuri possessori di iPhone 6 Plus è di sfilare lo smartphone dalla tasca prima di sedersi, usare pantaloni non troppo attillati, o inserire il phablet in una custodia rigida.