“Altro che zona rossa”. Polemica Zlatan Ibrahimovic: ristorante aperto solo per lui e amici. Il prezzo del pranzo

“Io sono Dio”. Basterebbe questa frase, al limite o forse oltre la blasfemia, per iniziare a tratteggiare il ritratto di Zlatan Ibrahimovic. Il calciatore, attualmente in forze al Milan, è senza dubbio tra i giocatori più forti al mondo. Ma è anche uno dei personaggi pubblici più controversi degli ultimi tempi. Sempre sopra le righe, mai inquadrabile in schemi rigidi, capace tanto di magie sul campo quanto di improvvisare duetti con Amadeus al Festival di Sanremo.

Senza dubbio una persona del genere provoca sensazioni forti, talora contrastanti in chi lo osserva: amore o odio, difficile rimanere indifferenti con Ibra. Poco tempo fa si parlò di un suo flirt con Diletta Leotta, ma Zlatan è sposato e, almeno stando ad una delle sue ultime conferenze quando si è commosso parlando dei figli e del suo ritorno in nazionale, è un marito fedele e padre amorevole. Ora, però, dopo aver rimediato un’espulsione per frasi irriguardose nei confronti del direttore di gara, ne ha combinata un’altra. Più grave del solito. (Continua a leggere dopo la foto)


Da diversi anni, ogni mossa di Zlatan Ibrahimovic viene passata agli infrarossi. Lui è un super vip, non è solo un giocatore di calcio tra i più pagati e ammirati al mondo. E così sono recentissimi gli attacchi degli animalisti in seguito ad una sua battuta di caccia, nel corso della quale il calciatore avrebbe ucciso un leone e riportato a casa i suoi resti come trofeo. Tuttavia l’ultimo episodio non è avvenuto nella giungla, ma nella civilissima Milano. (Continua a leggere dopo la foto)

A quanto pare Zlatan Ibrahimovic si è fatto aprire il ristorante di Tano Simonato, ovvero il locale “Tano passami l’olio”. Il giocatore del Milan, nonostante la zona rossa e il divieto di consumare al tavolo, ha pranzato con altre persone non rispettando le disposizioni anti coronavirus. E, cosa sottolineata da alcuni, nonostante sia stato scelto come testimonial contro il coronavirus dalla regione Lombardia: “Il virus mi ha sfidato e io ho vinto, ma tu non sei Zlatan non sfidare il virus”. (Continua a leggere dopo foto e post)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Zlatan Ibrahimović (@iamzlatanibrahimovic)

Come riportato dal sito FanPage, Zlatan e i suoi sodali non si sarebbero accontentati di un pranzetto qualunque: i commensali avrebbero infatti speso 300 euro ciascuno. Va detto, però, che lo chef del ristorante di via Francesco Petrarca 4 spiega: “Ignazio con un altro amico carissimo sono venuti a trovarmi, siamo stati lì un paio d’ore e poi se ne sono andati a casa”.

Simonato, tuttavia, smentisce che Ibra abbia mangiato: “È stata una cosa tra amici, normali, siamo amici e noi ogni tanto ci vediamo da me se non ci vediamo da altri amici. Non hanno pranzato, da amici abbiamo bevuto un bicchiere di vino”. E lo stesso titolare del locale ha poi attaccato i giornalisti sul mancato rispetto delle regole anti-covid. Chissà dove sta la verità…

Zlatan Ibrahimovic: età, altezza, peso, moglie e figli