“Ecco come è morto e perché”. Diego Armando Maradona, i risultati definitivi dell’autopsia. E si scopre uno scenario inquietante

Si fa chiarezza sulla morte di Diego Armando Maradona. Grazie dei risultati provenienti dalla sua autopsia. Le cause della morte del Pibe de Oro sarebbe da imputare ai gravi problemi di natura cardiaca del campione. Un’importante risposta è stata data circa l’assunzione di droga o alcol nei giorni precedenti alla morte. Attraverso gli esami sul suo corpo non è stato ritrovato alcun segno che faccia pensare a un loro uso.

Come fa presente Gauchonews.it non c’è nessuna traccia di droghe e alcol, questo il risultato delle analisi. Nel sangue e nell’urina di Maradona sono state riscontrate tracce di venlafaxina, molecola di farmaci antidepressivi, nonché quetiapina, antipsicotico utilizzato dal Diez. Negli organi interni sono state riscontrate tracce di cirrosi e nei polmoni pare si fossero rotti sette alveoli e un fuoco con edema intralveolare. Ancora, nei reni un complesso di alterazioni strutturali irreversibili hanno comportato la perdita di qualsiasi funzione vitale. (Continua a leggere dopo la foto)


C’è da specificare poi che il campione argentino sarebbe venuto a mancare dopo lunghe ore di agonia sul suo letto. Maradona prima di morire avrebbe passato dalle sei alle otto ore con dolori lancinanti. Tutti questi nuovi e illuminanti aspetti verranno utilizzati al processo aperto contro chi si sarebbe dovuto occupare della sua salute. (Continua a leggere dopo la foto)

Quindi non solo i gravi problemi cardiaci, infatti, sul corpo del campione si sono riscontrate solo tracce di psicofarmaci e nessun farmaco per la sua malattia cronica. Intanto uno degli investigatori del caso Maradona ha affermato che le informazioni rese note dall’esame autoptico saranno fondamentali. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
“È tanto importante ciò che è apparso quanto ciò che non è emerso da questi test di laboratorio – ha dichiarato a Tèlam, l’agenzia di stampa nazionale argentina – a prima vista confermano che a Maradona siano stati somministrati farmaci psicoattivi, ma nessun farmaco per la sua malattia cardiaca“.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma cosa succede?!”. Luigi Berlusconi beccato con “l’altra” a due mesi dalle nozze. E il gossip milanese esplode