Dimagrire “sniffando” pompelmo. Gli odori che fanno passare la fame

Aprire gli occhi col profumo di cornetti caldi appena sfornati, può renderci più famelici e senz’altro non ci aiuterà con la nostra dieta. Invece può capitare di perdere completamente l’appetito a causa di vere e proprie puzze o particolari aromi. Lo spiega Eugeny Couture, un aromaterapista inglese: esistono odori capaci proprio di aiutarci con la dieta, bloccando la fame. Per esempio, gli oli essenziali hanno una grande influenza nella nostra vita quotidiana perché possono migliorare il nostro umore, aiutare a rilassarci e distenderci o incrementare la nostra concentrazione. E quindi ha senso pensare che possano anche contribuire a farci perdere peso. Tuttavia non bisogna dimenticare di abbinare a questo trucco olfattivo un’alimentazione sana e l’esercizio fisico: “Sfruttando il potere del profumo – dice l’aromaterapista – possiamo ridurre i morsi della fame più comuni che ci buttano fuori pista provocando uno strappo alla dieta”. L’olio essenziale che Couture consiglia è quello di pompelmo, da annusare per 3-5 volte consecutive, almeno sei volte al giorno: questo esercizio olfattivo ci aiuterà a regolare l’appetito, assottigliando il girovita. Diversi sono gli studi su questo. Gli esperti dimostrarono che il profumo di olio di oliva può aiutare le persone a dimagrire. Ed è provato che gli odori possono a tutti gli effetti influenzare ciò che mangiamo.