Allarme Yaba: anche in Italia è arrivata la “droga della pazzia”

Sbarca anche in Italia la Yaba, conosciuta anche come “droga della pazzia“. Lo conferma un’operazione dei carabinieri di Roma che ha portato all’arresto di nove pusher e al sequestro di quasi 2 chili di droga, tra cui un centinaio di pasticche di “Yaba” ed ecstasy. Le “Yaba” sono pasticche rosa simili all’ectasy e producono effetti paragonabili a quelli del crack. In Oriente, sono già il flagello dei giovani e da qualche anno sono sbarcate anche in Europa. Chiamata anche “shobu” in Giappone, “batu” nelle Filippine e “bingdu” in Cina, il concentrato di metanfetamina è in grado di caricare di energia fisica per ore chi la usa. La pillola thai facilita la produzione cerebrale di dopamina, una sostanza che provoca un intenso senso di piacere e di benessere. Ma la “particolarità” di questa droga è il comportamento violento che il consumatore assume. Allucinazioni, autolesionismo fino ad arrivare a irreparabili disturbi psichici.