Allarme aborto “express”: un fai da te con farmaci anti ulcera

Forse è una conseguenza dell’ignoranza o della vergogna. Fatto che farmacisti e medici la definiscono come “ultima follia”: è l’aborto fai da te con i farmaci per l’ulcera. Una tendenza che, spiega il portale specializzato Farmacia.it, si sta imponendo in Italia specie in Liguria tra minorenni e prostitute. L’aborto fai da te che si avvale dei farmaci contro l’ulcera viene anche definito “aborto express” da chi lo pratica e consiste nella assunzione di una o più pillole che bastano a eliminare l’embrione nel volgere di poche ore. Ma le donne che ricorrono alla pericolosissima pratica sono spesso ignare delle conseguenze che possono svariare dalle gravi emorragie fino alla morte nei casi più delicati. Il farmaco contro l’ulcera utilizzato per gli aborti clandestini è il Cytotec, un ritrovato che assunto ad alti dosaggi provoca delle fortissime contrazioni uterine che portano all’espulsione dell’embrione.
A oggi sono stati numerosi i casi segnalati, ma il più grave è stato quello di una giovane ligure di 24 anni che in poco più di un anno si era rivolta al pronto soccorso ben 14 volte e aveva subito 4 aborti. Interrogata a riguardo la giovane ha raccontato di aver agito per paura della reazione dei suoi genitori e perché per la stessa era la cosa più semplice da fare per abortire. I medici puntano il dito contro i diversi blog che suggeriscono l’acquisto di questo medicinale, il misoprostolo, noto con i nomi commerciali di Cytotec, Artrotec, Misodex, Misofenac che induce forti contrazioni dell’utero, causando l’espulsione dei prodotti della gravidanza.