Arriva la zona bianca rafforzata, ma non in tutta Italia. Covid, si cambia: regole e cosa si può fare

Emergenza sanitaria, Italia in ripartenza. Zona bianca rafforzata: cosa si intende esattamente? A confermare l’entrata in vigore della zona bianca rafforzata prevista per le regioni italiane, una nuova ordinanza indetta dal Ministero della Salute. Ancora in via di definizione, l’insieme di regole che entreranno in vigore a partire dal 31 maggio sono state pensate per una ripartenza del Paese graduale e nel pieno rispetto della sicurezza collettiva.

Con l’espressione zona bianca rafforzata si mira a indicare l’insieme delle regole previste per alcune regioni italiane, pensate come una via di mezzo tra la zona bianca e la zona gialla. Un allentamento delle misure, ma cautamente. La conferma arriverà non appena i dati del monitoraggio Iss di venerdì 28 maggio permetteranno di metterle in vigore a partire dal 31 maggio.

Covid Italia zona bianca rafforzata regole

Tutto andrebbe incontro a una gradualità da non perdere di vista, motivo per cui l’ingresso delle regioni italiane in zona bianca rafforzata avverrà a scaglioni. Tre regioni, in principio, ovvero Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna, dove il primo sostanziale cambiamento riguarderà il coprifuoco, che con tre settimane di anticipo, potrebbe essere del tutto abolito.


Covid Italia zona bianca rafforzata regole

Dopo le prime regione, a partire dal 7 giugno, la zona bianca rafforzata interesserà probabilmente anche le regioni dell’ Abruzzo, della Liguria e del Veneto, mentre si attenderebbe il 14 giugno per la regione Lazio, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna. Ma quali sono nello specifico le regole previste per le regioni in zona bianca rafforzata? Nonostante sia abolito il coprifuoco, sarà ancora necessario attenersi scrupolosamente ad alcuni obblighi.

Covid Italia zona bianca rafforzata regole
Covid Italia zona bianca rafforzata regole

Resta l’obbligo di indossare mascherine e di rispettare il distanziamento, così come curare l’areazione e la sanificazione degli ambienti chiusi e l’igienizzazione delle mani. Per quanto riguarda più da vicino le riaperture, tutto dovrà scrupolosamente attenersi ai protocolli e alle linee guida fissati dalle regioni e dal Cts per la zona gialla, ma con un’anticipazione delle stesse, in zona bianca rafforzata, programmate per giugno e luglio. Riprenderanno i pieni ritmi, parchi tematici e di divertimento, sale giochi, scommesse, bingo e casinò, ufficialmente del 1° luglio, così come piscine al chiuso, centri benessere e termali, fiere e congressi.