Saman fidanzato brutta fine

“Farai un brutta fine”. Saman, a Chi l’ha visto parla il fidanzato della ragazza

A “Chi l’ha visto?” Si torna a parlare del caso della scomparsa della giovane Saman Abbas. Il caso prende gran parte del tempo e Federica Sciarelli cerca di fare chiarezza sulle tanti contraddizioni che distinguono il giallo. E sulla scomparsa della ragazza pachistana a Novellara, dalla famiglia per essersi opposta al matrimonio combinato, la redazione del programma riesce a parlare con il fidanzato. Saman infatti aveva un ragazzo, anche lui di origine pachistana ma residente in un’altra regione i due desideravano vivere la loro storia d’amore all’occidentale, ma per Saman questo è stato impossibile.

A stroncarle il futuro è stato lo zio di comune accordo con i genitori. Una ragazza troppo problematica per una famiglia pachistana, era solita scappare di casa, si opponeva alle scelte dei genitori e dunque, come si legge in alcuni messaggi della famiglia, “andava uccisa”. In diretta vengono mostrati i molteplici messaggi d’amore intercorsi tra Saman e il compagno, comprese le ultime ore prima della tragedia.

Saman fidanzato brutta fine

Saman, parla il fidanzato

Si legge nelle conversazioni qualcosa inerente al futuro dei due: “Saremo presto assieme, lunedì i documenti saranno in mio possesso. Poi prenderò il treno e arriverò a Roma”, scriveva la ragazza. Il ragazzo intervistato dall’inviato del programma racconta: “Saman aveva capito tutto, sapeva che sarebbe stata uccisa. Lei voleva solo prendere i documenti e andare”.


Saman fidanzato brutta fine

In questi giorni oltretutto il giovane sarebbe stato minacciato dalla famiglia di Saman: “Ho ricevuto un messaggio di mio fratello in Pakistan dove mi diceva che il padre della mia ragazza si era recato presso la mia abitazione dove abitano anche i miei genitori insieme ad altre 5 persone. Lo hanno minacciato dicendo che dovevo lasciare la figlia, altrimenti avrei fatto una brutta fine…”.

Saman fidanzato brutta fine

Poi interrogato dal giornalista continua: “anche la mamma mi ha minacciato, dicendomi che se lasciavo la figlia avrebbero smesso di minacciarmi, ma solo in quel caso.” Poi si è parlato del viaggio. Il responsabile dell’agenzia ha specificato: “Il biglietto per la ragazza? No no non è mai stato acquistato. Il biglietto del padre è stato fatto il 29.” Speranze per il ritrovamento di Saman quindi quasi nulle.