Riapertura palestre e piscine, le ultime notizie. Cosa cambia nelle prossime settimane

Il piano per la riapertura di palestre e piscine è pronto e le nuove regole stabiliranno i parametri per una ripartenza. Dopo un anno di stop, in cui si è dovuto ricorrere ad allenamenti in casa e jogging individuali ove possibile, sembra proprio che un alleggerimento dei paletti stia avvenendo eccome.

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite di ’24 Mattino’ su Radio24 ha affermato: “Sulle riaperture ci vuole un cambio di passo, dobbiamo definire un calendario preciso di riaperture. Per me già a fine mese ci possono essere le condizioni per alcune riaperture, consapevoli che ogni giorno lo scenario cambia”. (Continua dopo le foto)


Il sottosegretario ha poi aggiunto: “Bar, ristoranti all’aperto con distanziamento sono i settori a cui una risposta va data presto. Poi pensare alle riaperture di quei settori che hanno bisogno di programmare”. Ad oggi la data non è stata ancora stabilita, ma le nuove regole sembra già essere pronte e il consiglio dei Ministri deciderà già dalla prossima settimana. Scopriamo insieme le nuove regole che dovranno rispettare tutti gli sportivi amatoriali. (Continua dopo le foto)

Torneranno gli allenamenti individuali e la distanza di due metri tra le persone nelle palestre mentre di 10 metri quadri nelle piscine. Permane l’obbligo di igienizzazione degli attrezzi dopo averli utilizzati. Queste le regole che con ogni probabilità andranno a stabilirsi alla riapertura, che oramai sembra vicina, di palestre e piscine. Di fatto sono le stesse regole diramate a febbraio dal Comitato tecnico scientifico. “Obiettivo del documento che presenteremo al governo giovedì – dice all’Adnkronos il neo presidente della conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia- è garantire la massima sicurezza quando ci saranno le riaperture”. (Continua dopo le foto)

“Abbiamo bisogno di essere prudenti perché fare un passo un po’ più lungo può farci tornare indietro” ha rimarcato il ministro Speranza. Poi alla domanda fatidica su quando potremmo aspettarci una ripartenza di prim’ordine, il Ministro Speranza ha risposto: “Questo ce lo diranno i dati. Il decreto vigente dura fino al 30 aprile, credo sia sicuramente lecito aspettarsele per maggio”. Quanto alla riapertura delle palestre, allo stato attuale l’ipotesi sarebbe quella di un via libera solo a lezioni individuali.

“A maggio si riapre”. Covid, l’annuncio del governo: le attività che potranno riprendere