Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Niente Viminale per Matteo Salvini

Governo, per Matteo Salvini cambia tutto nel totoministri

  • Italia

Niente Viminale per Matteo Salvini: non sembra una possibilità fattibile. E in lui tramonta l’idea di essere il nuovo (e di nuovo) Ministro degli Interni. Troppi errori, se così li vogliamo chiamare, nella precedente esperienza e nessuno, men che mai Giorgia Meloni, vuole rischiare tanto. Salvini, come qualcuno ricorderà, è finito sotto processo per il caso della nave Open Arms, per accadimenti mentre era in carica proprio nel palazzo di Piazza San Bernardo.

Ora sembra che il leader del carroccio sia pronto per fare un passo di lato e di valutare un ruolo “di alto profilo”. E lo dice, fanno sapere fonti della Lega, dopo avere incontrato “esponenti dell’industria, del commercio e dell’agricoltura”. Insomma, il leader del Carroccio si auto-propone alla Meloni che non lo vuole al Viminale, fanno sapere forti vicine al leader di FdI. Lo staff di Salvini fa sapere che tutto è rimandato al negoziato con gli alleati, che non c’è alcun disarmo unilaterale e che il partito continua a chiedere il Viminale per il segretario.

Leggi anche: “Addio, quanto ci mancherai”. Matteo Salvini in lutto dopo la notizia improvvisa

Niente Viminale per Matteo Salvini


Niente Viminale per Matteo Salvini

Tuttavia sembra che Salvini stia facendo l’occhiolino all’Agricoltura, alle Infrastrutture, alle riforme (con gli Affari regionali), forse addirittura al Mise, dove andrebbe a prendere il posto dell’eterno rivale interno Giancarlo Giorgetti. Riguardo quest’ultimo, sembra che i suoi incarichi siano oramai solo un lontano ricordo: sembra infatti che sarà molto probabilmente fuori dal prossimo governo.

Niente Viminale per Matteo Salvini

C’è da dire tuttavia che si trova, a tutti gli effetti, ancora in corsa per un ruolo di primo piano in Parlamento, ma come è ormai arcinoto, la prima scelta della Lega è la presidenza del Senato per Calderoli. Sembra quindi non esserci molto spazio per il povero Giorgetti. E lui è il primo a scherzare a riguardo: “Interni? Certo”.

Niente Viminale per Matteo Salvini

Poi ancora Giorgetti: “E la giustizia la lasciamo fuori? E il sottosegretario alla presidenza del Consiglio? E soprattutto non dobbiamo puntare sul ruolo di vicepremier?”. E senza drammatizzare: “Resterò a casa? Bene, uno si cura, si riposa…”. Cosa succederà nei prossimi giorni è ancora un mistero e ancora nessuno riesce a cavarci un ragno dal buco.

Leggi anche: Governo, Giorgia Meloni costretta a chiamare tecnici: “È necessario”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004