Musei. Dai 26 anni in su, mano al portafoglio

Cambiano tariffe e orari di musei e siti archeologici statali. Con buona pace degli anziani, che dovranno mettere mano al portafoglio, ma anche con qualche occasione in più per godersi un patrimonio unico al mondo. Secondo un decreto appena firmato dal ministro della Cultura Dario Franceschini, dal 1 luglio l’ ingresso gratuito sarà riservato ai minori di 18 anni e a poche altre categorie, come gli insegnanti. Fino a 25 anni si avrà diritto al biglietto ridotto, dopodiché pagheranno tutti, perchè è stata abolita l’esenzione per gli ultrasessantacinquenni. Ogni prima domenica del mese, l’ingresso sarà però gratuito ovunque, mentre almeno due volte l’anno ci sarà la “notte dei musei”, con aperture notturne e biglietti a un euro. Infine, sarà possibile chiudere la settimana in bellezza: nei siti più importanti, compresi scavi di Pompei, Uffizi e Colosseo,  aperture prolungate fino alle 22 ogni venerdì.