Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Inferno in autostrada, schianto tra più mezzi: 4 morti e 2 feriti

  • Italia

Incidente mortale sulla A4: 4 vittime e due feriti. È successo nella mattinata di mercoledì 11 maggio nel tratto tra le uscite di Marcallo-Mesero e Arluno (in direzione del capoluogo lombardo). L’esatta dinamica dell’incidente è al vaglio della Polstrada di Novara, competente per quel tratto di strada. Nel sinistro sono rimasti coinvolte due auto ed un mezzo pesante. Secondo una prima ricostruzione l’impatto tra i due mezzi, un Renault Master e una Toyota Yaris, è avvenuto sulla corsia di sorpasso.


Dopo pochi secondi sarebbe arrivato da dietro il furgone che ha centrato la macchina. Tra le 6 persone coinvolte, quattro sono morte e due sono ferite gravemente. Le persone decedute sono uomini tra i 30 e i 35 anni. Le vittime sono tutte di nazionalità pakistana. Per quanto riguarda i feriti, un uomo di 30 anni è stato trasportato con numerosi traumi in codice rosso all’ospedale Niguarda, mentre il conducente del furgone, 49 anni, è stato trasferito per accertamenti in codice verde all’ospedale di Magenta.

Incidente mortale sull'autostrada A4: 4 vittime


Incidente mortale sull’autostrada A4: 4 vittime


Sul posto ci sono numerose ambulanze, i vigili del fuoco e la Polstrada di Novara. Per permettere i soccorsi e i rilievi, il tratto di autostrada interessato è stato temporaneamente chiuso al traffico e si sono formati diversi chilometri di coda in direzione Milano. Quello sulla A4 è solo l’ultimo incidente in ordine di tempo.

Incidente mortale sull'autostrada A4: 4 vittime


Domenica scorsa, 8 maggio, a Bassano del Grappa una Mercedes era finita fuori strada e si era schiantata violentemente contro un muretto. A bordo del mezzo viaggiavano tre ragazzi. Ad avvertire del sinistro sembra sia stato il guidatore di un mezzo di passaggio. Immediatamente sul posto sono arrivati i soccorsi: ambulanze del 118, automedica e vigili del fuoco.

Incidente mortale sull'autostrada A4: 4 vittime


Proprio a questi è toccato il lavoro più duro e liberare i tre giovani rimasti incastrati nell’abitacolo. Purtroppo, nonostante i soccorsi del personale sanitario, il medico ha dovuto dichiarare la morte di un 19enne. Gli altri due feriti sono stati stabilizzati e trasferiti in ospedale. I carabinieri hanno eseguito i rilievi per ricostruire la dinamica del sinistro.

“Non ci sono parole”. Lutto nello sport, Lino aveva solo 29 anni: una vita spezzata alle 4 del mattino