I colori di Capa per la prima volta in mostra a New York

Padre del fotogiornalismo moderno, Robert Capa è conosciuto soprattutto per i suoi scatti in bianco e nero nei campi di battaglia: è stato il primo fotografo a sostituirsi agli occhi dello spettatore dandogli l’illusione e il brivido di essere presente all’avvenimento. Esiste però un altro Capa meno conosciuto ma altrettanto straordinario e finalmente viene celebrato nella mostra Capa in color  presso l’International Center of Photography di New York, aperta fino al 4 maggio 2014. Composta da oltre 100 stampe contemporanee, nonché relative pubblicazioni e documenti personali, l’esposizione è un affascinante nuovo sguardo al lavoro a colori di questo maestro della fotografia. Capa in Color è realizzata interamente dall’Archivio Robert Capa della collezione permanente dell’ICP. La fotografia  qui di seguito (Robert Capa, Capucine, French model and actress, on a balcony, Rome, August 1951) è stata scelta dalla curatrice della mostra Cynthia Young, per la copertina del volume omonimo, edito da Prestel dallo scorso febbraio, che nelle sue 208 pagine e 245 illustrazioni a colori, contribuisce a diffondere questo nuovo punto di vista sul famoso fotoreporter e fondatore di Magnum Photos.