Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Franco Di Mare, la presenza ai funerali che è stata notata. Le parole della moglie

  • Italia

Oggi è stato il giorno dell’addio a Franco Di Mare, il giornalista morto a 68 anni a causa di un mesotelioma. La chiesa di Santa Maria in Montesanto (chiesa degli Artisti), in Piazza del Popolo a Roma, è gremita. Tanti volti noti in chiesa, alcuni dei quali non sono sfuggiti. Durate l’omelia il parroco, don Walter, ha voluto raccontare alcuni aspetti del carattere del giornalista. “Lo ricorderemo come un grande amico, che amava la cucina, amava cucinare, lo sapeva fare da vero chef, ricorderemo il suo amore per la tavola”.

>> “Mediaset e io abbiamo deciso”. L’annuncio è di Alfonso Signorini in persona e riguarda lui: “Da subito”

“Che era stare insieme con le persone. Un uomo capace di andare controcorrente, con una forte personalità ironica con la quale ha scherzato anche nei momenti più seri della malattia. Ha sempre avuto una battuta, sdrammatizzando, cercando di portare leggerezza per non aggravare e non pesare con questa sua gentilezza d’animo”.


Funerali Franco Di Mare, il dolore della moglie: “Non so come farò”

Lacrime di commozione tra i banchi dove eran presenti anche l’amministratore delegato della Rai Roberto Sergio e il direttore generale Giampaolo Rossi, che hanno voluto esserci nonostante le polemiche dei giorni scorsi che hanno investito la Rai. Il momento più toccante è stato quello in cui la moglie ha deciso di offrire un suo personale ricordo.

Parlando agli amici, parenti e semplici conoscenti, Giulia Berdini (che Di Mare ha sposato di nuovo poco prima di morire), ha detto: “Non ho mai pensato che queste frasi potessero essere tanto laceranti, oggi perdonami non ci riesco proprio a sorridere però ti giuro che proverò a farlo e se ci riuscirò è solo perché me l’hai insegnato tu. Mi hai insegnato a guardare la vita quotidiana guardandola sempre dal lato giusto perché Franco era il bene. Franco è stato sempre il bene”.

Anche se sei andato via fisicamente, questo non cancella tutto il bello. Mi hai accolto nella tua vita, me ne hai fatto diventare parte, mi hai aiutato a migliorarmi anche se non sono sicuro di questo. Sei stato un compagno come se ne leggono nei libri, quelli belli che amavi tanto, spero di averti fatto felice e se qualche volta non è successo, perdonami. Io sono certa di averti fatto ridere ogni momento, ora dovrò camminare senza te e senza il tuo sorriso ad accompagnarmi e a incoraggiarmi. Senza le tue battute, le tue prese in giro, non so se ce la farò anche se sei dentro di me, e lo sarai sempre. Ti amo tanto, immensamente”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004