denise pipitone luogo Battista Della Chiave

“È lì che l’hanno tenuta?”. Denise Pipitone, a Chi l’ha visto un particolare inquietante: “È il posto di cui parla”

Si torna a parlare di Denise Pipitone, la bimba scomparsa il primo di settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Da quanto emerge nella puntata i racconti di Battista Della Chiave e da quanto ripercorso dagli esperti di “Chi l’ha visto”. Durante l’ultima puntata si ripercorre il racconto di uno dei testimoni chiave della vicenda: Battista Della Chiave, il sordomuto che avrebbe visto Denise poco dopo la sua scomparsa. L’uomo fu ascoltato dagli inquirenti ai quali raccontò ciò che aveva visto riconoscendo per ben tre volte la foto della bambina mostrata dai pm, ossia quella di Denise Pipitone.

Tuttavia la procura di Marsala non lo ha ritenuto un testimone credibile, nonostante Battista non sia stato compreso dall’interprete dei segni durante l’interrogatorio. L’uomo è deceduto ma il suo racconto potrebbe rivelarsi utile per ricostruire l’intricato caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone. Al momento nel registro degli indagati compaiono i nomi di Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, la prima ex moglie di Piero Pulizzi, padre biologico della bambina, mentre il secondo sarebbe il nipote del testimone sordomuto.

denise pipitone luogo Battista Della Chiave

La redazione di Chi l’ha visto, con esperti della lingua dei segni, ha interpretato la sua testimonianza e ne ha seguito le tracce a partire dal magazzino di Via Rieti, dove abitava Della Chiave e dove è avvenuta la famosa la telefonata alla mamma di Anna Corona poco dopo il rapimento di Denise Pipitone. Nel corso della perlustrazione uno degli inviati riconosce il posto narrato da Della Chiave, si ferma: “l’uomo ragionava su qualcosa che avesse queste barre verticali e poi aveva raccontato che era stata chiusa a chiave”.


denise pipitone luogo Battista Della Chiave

Denise Pipitone, il presunto luogo della segregazione

E ancora: “Arrivando qui abbiamo capito che forse poteva essere il posto indicato da Della Chiave dove è stata segregata Denise.” Poi, il racconto del sordomuto prosegue su un ponte, quando si parla delle ricerche di Denise Pipitone e di dove poteva essere nascosta, gli esperti scendono lungo il fiume attraversandolo ci si trova lungo un canale di scolo molto simile a quello narrato dal testimone. “Torna tutto”, esclama il giornalista di Chi l’ha visto.

Al termine del tragitto, si arriva al faro, il posto dove Della Chiave aveva spiegato di aver visto buttare in mare la motocicletta con la quale Denise Pipitone fu porta via. Secondo gli esperti anche questo sembrerebbe collidere con il racconto dell’uomo: “l’unico problema è che parliamo di vent’anni fa però ad essere profondo è profondo…”, concludono.