Covid, Sicilia rischia la zona arancione: crescono contagi e ricoveri

“Rischio zona arancione”. Covid, allarme sulla regione: crescono contagi e ricoveri. I tempi

Speravamo di non tornare più in queste condizioni, invece oggi, giovedì 19 agosto 2021, il rischio di ricadere nel baratro dei contagi, torna a farsi vivo. Non c’è solo la zona gialla dietro la porta per la regione i questione. Proprio la Sicilia infatti da lunedì sarà la prima regione italiana a cambiare colore.

Un aumento in crescendo di contagi e di ricoveri che non promette nulla di buono, e che porta l’isola a intravedere anche l’arancione. Così come riportato da Andre d’Orazio sul Giornale di Sicilia in edicola, seppur di un soffio è stata raggiunta la prima soglia che porta in zona arancione.

Si tratta dell’incidenza settimanale che ha superato i 150 casi per 100mila abitanti. A risultare ancora lontani, invece, gli altri due limiti stabiliti dai nuovi parametri e che riguardano i ricoveri nei reparti ordinari (30%) e nelle terapie intensive (20%). Ciononostante, per Antonello Maruotti, ordinario di Statistica all’università Lumsa e cofondatore dello StatiGroup19, gruppo di studi statistici sul Covid: “In Sicilia l’arancione si starebbe già intravedendo, si troverà la certezza se i prossimi giorni confermeranno l’andamento osservato in queste settimane di agosto”.


Per l’appunto, come spiegato dall’esperto, “i ricoveri in terapia intensiva sono più che raddoppiati nelle ultime due settimane. Inoltre, continua a crescere anche il peso delle terapie intensive sul totale delle malattie”. Dunque, secondo Maruotti, “la gravità dei ricoveri è maggiore rispetto ai giorni scorsi”. Difatti proprio nella slot temporale delle ultime 24 ore, in Sicilia sono stati 997 i nuovi casi di Covid-19, a fronte di 15.038 tamponi effettuati e l’incidenza sale al 6,6% contro il 4,6% di martedì. La Sicilia è sicuramente al primo posto nella lizza per la conquista dell’arancione.

Pubblicato il alle ore 09:52 Ultima modifica il alle ore 10:00 Tag