covid nuove misure natale mario draghi

Nuove misure Covid: feste, green pass, tamponi, bar e ristoranti, mascherine. Il governo decide

Sono ore caldissime sul fronte della lotta al Coronavirus. Oggi, giovedì 23 dicembre, era prevista la cabina di regia e dopo due ore e mezza di riunione a Palazzo Chigi le prime decisioni del governo presieduto da Mario Draghi sono state prese. L’obiettivo è quello di approntare nuove disposizioni valide per Natale e Capodanno anche in considerazione degli effetti della nuova variante. L’Omicron continua a salire e ad oggi rappresenta il 28,2% dei contagi.

Va detto che alle 17:00 è previsto un altro incontro tra i rappresentanti dell’esecutivo. Intanto, però, ecco le proposte della cabina di regia. Dal 1° febbraio 2022 riduzione della durata del Green Pass da 9 a 6 mesi. Inoltre, con ordinanza del Ministro della salute, il periodo minimo per la terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario. Questo punto, però, sarà ulteriormente approfondito. Altra misura è quella dell’obbligo delle mascherine FFP2 sui mezzi pubblici.

covid nuove misure natale mario draghi

Come riportato dal Corsera è previsto l’obbligo di mascherine all’aperto anche in zona bianca fino al 31 gennaio 2022. Le mascherine FFP2 dovranno essere utilizzate anche nei cinema, teatri e per eventi sportivi, nonché sui mezzi di trasporto (da valutare se comprendere anche il trasporto pubblico locale). Nei ristoranti o al bar fino al 31 gennaio obbligo di green pass rafforzato (quindi solo per vaccinati e guariti) alla ristorazione al chiuso e al banco. Vietato il consumo di cibi e bevande, al chiuso, in cinema, teatri e per eventi sportivi ma anche feste all’aperto, discoteche, sale da ballo e luoghi simili.


covid nuove misure natale mario draghi

Fino al 31 gennaio stop eventi e feste che implichino assembramenti all’aperto. Per l’accesso a sale da ballo, discoteche e locali simili aperti al pubblico, in cui si svolgono eventi o feste, dal 28/12 al 31/01, si prevede l’introduzione dell’obbligo di possedere un green pass rafforzato (2G solo per vaccinati e guariti) e, in aggiunta, un tampone negativo o, in alternativa, di possedere un green pass vaccinale che attesti la somministrazione della terza dose.

Covid, le nuove misure per piscine e palestre

Il Ministero della salute ha proposto l’estensione dell’obbligo di green pass rafforzato (solo per vaccinati e guariti) dal 28 dicembre a: piscine, palestre, sport di squadra al chiuso e spogliatoi; musei e mostre; centri benessere e centri termali (ad eccezione delle attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento; centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso (esclusi i centri educativi per l’infanzia); sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Infine per quanto riguarda gli impianti sciistici è in queste ore in corso la valutazione della possibilità di estendere il green pass rafforzato agli impianti di risalita nei comprensori sciistici anche se il ministro eFranceschini è contrario. Per chi entra in Italia dall’estero si sta invece valutando l’effettuazione di tamponi a campione al momento dell’ingresso: in caso di positività, scatterebbe l’isolamento fiduciario per 10 giorni in un cosiddetto Covid Hotel.