Questo sito contribuisce alla audience di
Afragola crolla palazzina centro

“Il boato, poi il finimondo”. Crolla un palazzo al centro storico, si cerca tra le macerie

Potrebbe trasformarsi in tragedia un crollo di una palazzina ad Afragola. Domenica 2 Gennaio, intorno alle 21, in via Giovanni Ciaramella, nel cuore del centro storico, una struttura condominiale è collassata. Naturalmente immediato l’intervento dei carabinieri, vigili del fuoco, polizia e ambulanze del 118. In queste ore si scava alla ricerca di eventuali dispersi. Il fabbricato, ufficialmente disabitato e transennato, era diventato negli ultimi tempi dimora occasionale notturna per extracomunitari e non aventi dimora.

Da quello che si sospetta e teme, potrebbero essere quattro le persone che mancano all’appello. I residenti dei palazzi limitrofi hanno udito un forte boato prima del crollo. La strada, che nelle ultime settimane era stata già colpita da due voragini, è stata invasa dai detriti. Si è recato sul luogo anche il sindaco di Afragola Antonio Pannone oltre al vicesindaco Biagio Castaldo. Il politico ha detto: “Trattandosi di uno stabile in disuso e in fase di ristrutturazione non c’è alcun dato certo in merito alla presenza di dispersi sotto le macerie, ma i vigili del fuoco stanno facendo tutte le verifiche del caso”.

Afragola crolla palazzina centro

“Il dubbio è che nei locali potesse vivere abusivamente qualcuno”. Poi la polemica, alimentata dal consigliere comunale di Afragola Antonio Iazzetta: “Anno nuovo, crolli vecchi…Ennesimo crollo nel centro di Afragola. Mentre si perde tempo addirittura a trovare la definizione giusta tra antico, storico, vecchio o qualcos’altro, continuano a crollare interi palazzi”.


Afragola crolla palazzina centro

E ancora il consigliere di Afragola: “Questa volta a cedere è stato un palazzo disabitato da tempo, ma si sta cercando comunque di capire se era ‘abitato’ da qualche senzatetto o se qualche passante è stato travolto dalle macerie”.

Afragola crolla palazzina centro

“La soluzione non è certamente facile, ma non è accettabile che ancora non sia stato avviato un ‘percorso’ concreto che possa ridare dignità e sicurezza alla parte più antica di Afragola. Se ne parla da tempo. Troppo tempo”, conclude il consigliere Iazzetta. Seguiranno aggiornamenti.

Pubblicato il alle ore 07:39 Ultima modifica il alle ore 07:39