tommaso zorzi ddl zan vaticano

“Hai rotto i cogl***”. Tommaso Zorzi senza freni: il suo messaggio ha un destinatario ben preciso (e potente)

Il ddl Zan che inasprisce le pene per i crimini d’odio e discriminazioni contro omosessuali, transessuali, donne e disabili continua a far discutere. L’opinione pubblica è spaccata e a rendere il quadro ancora più caotico ci ha pensato il Vaticano che ha espresso la sua totale contrarietà al disegno di legge proposto dal deputato del Pd. “Fermate la legge perchè viola il Concordato…” così si è espressa la Segreteria di Stato, con una nota informale consegnata all’ambasciatore italiano presso la Santa Sede.

In particolare sarebbero alcuni contenuti della legge ad aver provocato tale reazione. “Alcuni contenuti attuali della proposta legislativa in esame presso il Senato – si legge nella nota – riducono la libertà garantita alla Chiesa Cattolica dall’articolo 2, commi 1 e 3 dell’accordo di revisione del Concordato”. In molti hanno commentato questo intervento, c’è chi approva, chi attacca la Chiesa, chi rivendica la laicità dello Stato. Nelle ultime ore anche Tommaso Zorzi ha voluto dire la sua sull’argomento.

tommaso zorzi ddl zan vaticano

“Ragazzi oggi è martedì – dice Tommaso Zorzi in una story – quindi mi raccomando accendete i vostri pali santi, contro il malocchio, contro l’invidia, contro le cesse che parlano male di voi alle vostre spalle, contro la gente che ce l’ha con voi per nessun motivo”. E poi aggiunge: “Contro il Vaticano che rompe i cogl*** sul ddl Zan anche se il ddl Zan non è altro che ama il prossimo tuo come te stesso sotto forma di disegno di legge. Se vogliono iniziare a parlare allora iniziassero a pagare l’Imu come facciamo noi da tanti anni”.


tommaso zorzi ddl zan vaticano

In una story successiva lo stesso Tommaso Zorzi scrive: “Comunque vorrei ricordare che fino a prova contraria l’Italia è uno stato LAICO. Quindi a me… di quello che pensa il Vaticano sul ddl Zan… non interessa”. Inoltre Tommaso posta la foto di un articolo in cui un sacerdote afferma: “Io la pedofilia posso capirla, l’omosessualità non lo so”. In ogni caso l’influencer avrà modo di pensare a ben altro nei prossimi giorni. Sarà infatti prima in Puglia e poi due settimane in Sicilia, a Taormina per la precisione.

tommaso zorzi ddl zan vaticano
tommaso zorzi ddl zan vaticano

Inoltre Tommaso Zorzi farà parte anche della giuria di Drag Race Italia, ossia il reality in cui si confrontano diverse drag queen. Santo Pirrotta a Ogni Mattina su Tv8 al riguardo ha dichiarato: “Sarà uno dei protagonisti di Drag Race Italia. Voci mi dicono che mostrerà un lato molto, molto inedito. Forse il suo lato più eccentrico”. E se vi state chiedendo cosa potrà mai fare Tommaso eccovi accontentati: “Si vestirà da drag queen. Indosserà abiti pazzeschi e originali firmati da una nota maison di moda. Vestiti esclusivi”.