Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Perché indossava quella maglia”. Chiara Ferragni e il video delle scuse, il retroscena

  • Gossip

Il caso del pandoro di beneficenza ha assestato un colpo durissimo a Chiara Ferragni. Il messaggio di scuse che l’influencer ha pronunciato ieri non ha convinto tutti. E c’è stato chi, come Selvaggia Lucarelli mai tenera con i Ferragnez, ha rincarato la dose spiegando come quello che Ferragni ha definito ‘un errore di comunicazione’ in realtà sia una sistema rodato. Scrive Lucarelli: “Oggi sul Fatto Quotidiano scrivo di come la promozione delle uova di Pasqua benefiche di Chiara Ferragni con Dolci Preziosi nel 2021 e 2022 abbia seguito lo stesso schema”.

>“Tutto passa…”. Crisi Pretelli e Salemi, Matano provoca e Pierpaolo crolla: ha scelto La Vita in Diretta per confessare

“Altro che errore di comunicazione. Lei ha percepito cachet di 500 e 700 000 euro e Dolci preziosi ha donato 12 e 24 000 euro. Ferragni ha promosso le uova dicendo che lei e Dolci preziosi sostenevano i Bambini delle fate, ma di fatto era una fruttuosa operazione commerciale”. Accuse dure dalle quali Ferragni dovrà difendersi.


Chiara Ferragni, il messaggio di scuse in grigio: il motivo

Intanto ieri il video di scuse è stato visto da più di 1 milione e mezzo di persone. Più che la voce rotta e le parole ad attirare son stati vestiti indossati da Ferragni e, in seconda battuto, il trucco sul viso. A spiegare cosa è successo è Enrica Chicchio, l’armocromista della segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein. Chiara Ferragni ha usato il colore grigio per “enfatizzare quel processo di dispiacere in base a quello che è successo. Se lo spirito del messaggio è simulare dispiacere”, spiega l’esperta.

Chiara Ferragni, nuovi guai dopo il pandoro-gate

“In tal caso il grigio è il colore ideale poiché nel suo specifico caso, si mette in contrapposizione ai colori caldi e brillanti del suo incarnato. Il grigio enfatizza su di lei il dispiacere – continua -. Sicuramente la Ferragni vuole mantenere un tono sobrio, sotto le righe rispetto a quelli che sono i colori che lei usa e in contrasto con quelli che sono i suoi colori naturali. Lei è andata ad utilizzare credo proprio appositamente un colore di questo tipo, lavorando quindi anche nella comunicazione non verbale”.

Per l’armocromista Enrica Chicchio anche il trucco comunicherebbe un messaggio ben preciso: “Lei non era completamente struccata, ma era truccata con toni completamente diversi rispetto ai suoi soliti toni. È andata ad utilizzare toni piuttosto freddi per riuscire ad avvantaggiarsi nel messaggio che voleva mandare. Sembrava quasi un trucco della sera prima. Il rosa che aveva sugli occhi era un rosa molto nude, ma non direi granché su quello”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004