“Presto in vendita”. Ornella Muti e Naike Rivelli cambiano vita: cosa fanno adesso

“Sosteneteci! Siamo in Salento con la mamma a lottare per la legalizzazione della cannabis. Negli Stati Uniti la Marijuana è super legale e quotata in borsa. Esistono centri medici che si chiamano Healing Centers dove i malati di ogni genere hanno la possibilità di avere prescrizione mediche legali da medici specializzati nelle cure con la cannabis medica. Anche in Italia esiste il Cannabis Medical Center dove tutto ciò è possibile. Ma l’informazione latita”. A parlare in questo modo è Naike Rivelli quando lo scorso luglio annunciava il progetto per l’uso della cannabis come terapia e risorsa rinnovabile.

“Io e la mamma abbiamo sposato questa causa e stiamo qui in Salento per aprire l’associazione Ornella Muti Hemp Club: siamo venute a metterci il cuore l’anima e la faccia nella speranza che altri personaggi del mondo dei vip si facciano avanti senza paura! Non c’è nulla di più valoroso che sostenere chi ha bisogno”, aggiungeva Naike Rivelli sul social nel suo post, accompagnando le sue parole con uno scatto di lei e la madre nel campo dove coltivano la cannabis.

Ora questo progetto è diventato realtà. A Novoli (Lecce) Ornella Muti e Naike Rivelli sono diventate produttrici di cannabis. Hanno fondato nel Salento il quartier generale della Ornella Muti Salento Hemp Club, e, stando a quanto scrive Solo Lecce, stanno per arrivare sul mercato i prodotti Ornella Weed. L’associazione si batte per la legalizzazione della cannabis. L’iniziativa ha finalità sia commerciali con un marchio di cannabis light che fini nobili, come aiutare i malati cronici con la cannabis terapeutica. Tutta la filiera della produzione, dai terreni al confezionamento, è salentina.


Ornella e Naike sono entusiaste del loro progetto. L’attrice e la figlia si mostrano nel video che presenta la loro iniziativa imprenditoriale raggianti. “L’associazione Ornella Muti Hemp Club ha come obiettivo quello di fornire supporto ai malati e dar vita iniziative di ‘green economy’ – fanno sapere – I nostri intenti principali sono: fornire supporto ai malati, aiutandoli neo reperire in tempi brevissimi la cannabis prescritta, mettere in contatto i malati con i medici tramite il Cannabis Medical Center”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ornella Muti (@ornellamuti)

Poi aggiungono: “Allestire una sede fisica dell’associazione munita di una sala terapia, all’interno della quale i pazienti, in possesso di prescrizione medica, possano eseguire i trattamenti; creare eventi che promuovano la Cannabis Terapeutica invitando dottori, artisti ed esperti del settore cannabico; dare ai propri soci la possibilità di coltivare il CBD (ornella weed), il quale verrà pagato direttamente al coltivatore; produrre Piante ornamentali; vendere agli associati prodotti Green, certificati da noi, a prezzi scontati”.