Guenda Goria ricoverata operazione

“Ricoverata in ospedale”. Guenda Goria preoccupa tutti: “Devono operarmi, sono malata”

Non sta bene la bellissima Guenda Goria e a farlo sapere è lei stessa tramite un post su Instagram nel quale racconta di essere stata convocata in ospedale, dopo mesi di attesa, per potersi sottoporre ad un intervento che potrà alleviare la sofferenza procurata dalla patologia di cui soffre: l’endometriosi. Guenda ne aveva già parlato qualche mese fa, cercando di sensibilizzare anche sui social, nei confronti di una tematica poco affrontata e che, invece, colpisce migliaia di donne.

Guenda Goria ha quindi detto ai suoi follower: “È arrivato il giorno del mio ricovero. Lo aspetto da un po’ di mesi ma quando mi hanno chiamata, poco prima del mio debutto teatrale, per dirmi che era arrivato il momento, ho iniziato ad avere un po’ d’ ansia. Non ero certa di voler condividere questo momento ma credo che parlarvi della malattia possa essere d’ aiuto a tante donne. Io soffro di endometriosi”.

Guenda Goria ricoverata operazione

È lei stessa che in prima persona racconta la sua esperienza. Guenda Goria dice: “È una patologia che colpisce tantissime donne (1 su 10 circa) e che che troppo spesso non viene diagnosticata”. Come nel caso di Giorgia Soleri – anche lei recentemente operata– che in questi mesi è diventata portavoce del dolore e della disperazione di alcune ragazze che da anni lottano contro un male che sembra invisibile, ma che in realtà si insinua affaticandone il corpo.


Guenda Goria ricoverata operazione

Così anche Guenda Goria racconta le problematiche che, spesse volte, molte donne sottovalutano e che invece possono rappresentare un campanello d’allarme: “Si tende a pensare che avere mestruazioni dolorose o avere difficoltà nei rapporti, dolori intestinali, colite cronica, stanchezza siano cose normali. In realtà non è così. Tantissime donne soffrono di endometriosi senza saperlo”.

Guenda Goria ricoverata operazione

E conclude Guenda Goria: “Può colpire molti organi e compromettere gravemente la salute e per chi ne soffre, il rischio di infertilità, è molto alto. Avere un figlio è davvero difficile anche se non impossibile. L’endometriosi è fortemente invalidante e non c’è cura. Bisogna imparare a conviverci. A me ha insegnato a godermi i momenti più belli. Quante vite possiamo vivere? Domani sarà un po’ come il primo giorno di scuola per me. Pensatemi! Vi abbraccio”