“Ma cosa sono?”. Gigi D’Alessio, il gesto alla fidanzata Denise durante la cena. E tutti a chiedersi perché

Gigi D’Alessio, il regalo a Denise Esposito è una vera e propria sorpresa. Un dono, o meglio, un omaggio del tutto originale quello che il cantante napoletano ha deciso di fare alla compagna. Un amore che continua a procedere per il meglio, soprattutto adesso che i due saranno prossimi a diventare genitori del primo figlio.

Un amore sbocciato dopo un concerto a Capri, nel 2020, e che fino ad oggi ha continuato a regalare momenti unici. Una risposta a quanti non hanno mai creduto che, nonostante la differenza d’età, le decisioni fossero serie fin da subito. Poi la conferma è arrivata dopo la notizia della dolce attesa di Denise.

Gigi D'Alessio Denise Esposito regalo speciale posate d'oro

E continuano a inondare i profili social con immagini di felicità. Tra un bacio e una cascata di sorrisi e momenti condivisi, oggi anche la cena a Roma, durante la quale Gigi ha ben pensato di sorprendere la compagna con un gesto molto significativo.


Gigi D'Alessio Denise Esposito regalo speciale posate d'oro

“Lui è un nostro cliente, le conosce. Siccome la compagna è incinta, ha voluto portarla qui come omaggio, come portafortuna”. Ebbene, queste sono le parole del Signor Mozzetti, titolare del ristorante che ha ospitato il cantautore napoletano e la sua compagna, ai microfoni di Fanpage.it.

Gigi D'Alessio Denise Esposito regalo speciale posate d'oro

Gigi ha omaggiato la compagna con posate d’oro destinate a mirare dritto al ‘Piatto d’onore’: “Fanno parte della nostra storia, le doniamo vicino le fettuccine Alfredo, a chi le desidera, a chi riteniamo sia di ispirazione per poterle mangiare, che possa essere una donna incinta o un personaggio famoso”.

Gigi D'Alessio Denise Esposito regalo speciale posate d'oro

Il signor Mozzetti poi conclude: “Si tratta del ‘Piatto d’onore‘ che venne dato all’epoca ai due attori del cinema che ci hanno resi famosi in America. Le diamo al personaggio più rilevante del tavolo”. E l’omaggio non poteva che toccare proprio a loro.