“La mia mano…”. Incidente Gianni Morandi, cosa è successo dopo il ritorno a casa

Qualche giorno fa Gianni Morandi è stato dimesso dall’ospedale Bufalini di Cesena dopo essere stato ricoverato in seguito a un incidente in campagna. “Stava bruciando delle sterpaglie in giardino – raccontavano dal suo entourage – quando è scivolato, si è aggrappato e ha subito un’ustione. Si è molto spaventato e lo hanno portato a Bologna dopo l’intervento del 118. Hanno poi deciso di portarlo a Cesena al centro specializzato nelle ustioni dove si trova attualmente”.

Al Quotidiano Nazionale Gianni Morandi ha raccontato la dinamica dell’incidente nel quale è rimasto coinvolto. “Sono caduto dentro una buca con le fiamme intorno, qualcuno mi ha guardato dal cielo”, ha spiegato Gianni che confessa come sarebbe potuta andare molto peggio. “Col passare dei giorni mi spavento sempre di più. Perché mi rendo conto del rischio che ho corso e di quanto sono stato fortunato. Prima di tutto, ho salvato la vita. Perché quando tu cadi dentro a una buca così, mentre spingi dentro un tronco che pensi faccia resistenza, e ti trovi in mezzo alle braci, con le fiamme intorno, è una cosa tremenda”. (Continua dopo la foto)


Gianni Morandi è nuovamente tornato a parlare ai suoi fan e lo ha fatto attraverso il suo profilo Instagram. Il cantante di Monghidoro (76 anni) si sta lentamente riprendendo dall’incidente ed è cosciente che si tratta di un percorso lungo e faticoso. Ma allo stesso modo non si perde d’animo e vuole rassicurare i tantissimi follower che in questo periodo gli sono stati vicino. (Continua dopo la foto)

“A piccoli passi sto tornando a una vita normale – dice l’artista -. Mi aiuta Anna, mia moglie, mi aiutano le giornate primaverili, la natura, la musica e la consapevolezza di aver avuto un grave incidente ma di averla scampata bella, ho rischiato conseguenze ben più gravi ma qualcuno dal cielo mi ha messo una mano sulla testa. Mi ritengo veramente fortunato. Adesso dovrò affrontare la battaglia per recuperare l’uso della mano destra che è stata gravemente danneggiata, ci vorrà molto tempo, spero di farcela. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Infine ringrazia tutti coloro che gli hanno mostrato affetto e vicinanza e rivolge un pensiero ai medici del centro Ustioni dell’ospedale di Cesena, che gli sono stati accanto nei momenti più difficili di questo lungo percorso di riabilitazione dopo l’incidente: “Grazie a tutte le persone che mi hanno dato forza e mi hanno riempito di affetto con messaggi, lettere, telegrammi, regali, fiori e grazie alla grande squadra di medici, infermieri, operatori sanitari del Centro Ustioni dell’ospedale “Bufalini” di Cesena che mi hanno assistito e curato in maniera encomiabile. Viva la vita!”.

Gianni Morandi, finalmente la bella notizia. Dimesso dall’ospedale dopo un mese: le sue condizioni