Fedez Querela Consigliere Lega

“Fate schifo al ca***!”. Nuovi problemi per Fedez, furioso dopo aver saputo tutto

Non c’è un attimo di pace per Fedez, che non ha nemmeno potuto incassare le brutte voci riguardanti il rischio sanzione per la canzone ‘Mille’ con Orietta Berti e Achille Lauro. Infatti, una nuova grana si è abbattuta sul rapper milanese, che deve ancora fare i conti con degli strascichi dal passato. Una situazione davvero ingarbugliata per il marito di Chiara Ferragni, che però non è rimasto in silenzio e ha deciso di pubblicare alcune storie su Instagram, dove è apparso molto contrariato.

Per quanto concerne ‘Mille’, ci sarebbero all’interno del video alcuni riferimenti a pubblicità occulte. Secondo quanto fatto sapere dal Codacons, non è finito nel mirino il testo del brano musicale perché ognuno ha diritto ad esprimersi come preferisce. Ma non sarebbero state rispettate le linee guida dell’Antitrust per quanto concerne la pubblicazione dei video musicali. Nel caso in cui dovessero essere riscontrate irregolarità, Fedez dovrebbe sborsare una cifra importante, una multa che ammonterebbe a 5 milioni di euro.

Fedez Querela Consigliere Lega Alessandro Rinaldi Primo Maggio

Fedez è dunque stato querelato dal consigliere della Lega, Alessandro Rinaldi, che lui aveva nominato nel concerto del Primo Maggio in riferimento a questa frase: “Se i gay vogliono uguaglianza si comportino da persone normali”. E Fedez si è arrabbiato: “Oggi querelina da Alessandro Rinaldi della Lega. Credo rientri nella top ten delle denunce più divertenti mai ricevute in vita mia. Motivazione della querela è che avrei estrapolato fuori dal contesto la frase. Ma la precisazione fa volare”.


Fedez Querela Consigliere Lega Alessandro Rinaldi Primo Maggio

Poi Fedez ha continuato: “Il signor Rinaldi precisa che intendeva invitare gli omosessuali a non risaltare in maniera grottesca e ossessiva il loro orientamento sessuale, ma a comportarsi come tutte le persone normali. Grande Rinaldi, spero sia buona promozione elettorale. Davvero è imbarazzante come ci sia un’intera classe politica italiana che quando spara una ca….a abnorme e indecente, anziché chiedere scusa, persevera nel rivendicare le stro…e, perché in questo Paese si dimentica sempre tutto. Niente, fate schifo al caz…o”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Intanto, “questo non lo vogliamo!”, ha esclamato Leone Lucia Ferragni evidentemente infastidito. Fedez, per gioco, aveva sintonizzato la televisione sul canale della messa.  “Che bassezza sfruttare il figlioletto per sbeffeggiare la religione e poi fa il paladino contro le discriminazioni”, ha accusato un utente su Twitter a commento di quella clip. Una bufera, l’ennesima, abbattutasi sul cantante.

Pubblicato il alle ore 20:04 Ultima modifica il alle ore 20:04 Tag