Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
fedez

“Dipende dal paziente”. Fedez e il tumore, il chirurgo che lo ha operato: “Cosa succede dopo l’intervento”

  • Gossip

Fedez, dopo l’operazione al pancreas è ancora il medico chirurgo a prendere parola. Non è la prima volta per Massimo Falconi rilasciare alcune dichiarazioni sulle condizioni di salute del cantante. Una diagnosi che non ha concesso altre possibilità per Fedez, se non quella di intervenire prontamente sul tumore e scongiurare il peggio.

Sei ore la durata del delicato intervento al pancreas poi le dimissioni del rapper dall’Ospedale San Raffaele di Milano nella tarda mattinata di giovedì 31 marzo 2022. Ed è sulle colonne di Repubblica che il chirurgo Massimo Falconi ha rilasciato un’ulteriore intervista per porre chiarezza sulle condizioni di salute di Fedez.

Fedez condizioni salute medico chirurgo Massimo Falconi


“La prosecuzione delle terapie, dopo una operazione per rimuovere un Net, varia da paziente a paziente: ci sono casi in cui l’intervento è radicale, grazie alla asportazione totale della massa e, quindi, dopo sono necessari solo controlli, senza terapie oncologiche complementari. In altri casi, invece, in cui si riesce ad asportare solo una parte della malattia, anche l’80-90%, sono poi necessarie delle terapie post-operatorie per controllare la malattia rimanente”.

Fedez condizioni salute medico chirurgo Massimo Falconi

La notizia della malattia del cantante è stata accolta da tutti con grande apprensione, un aspetto su cui anche il medico chirurgo si è espresso: “Questo fatto ha avuto una grande risonanza mediatica. Ma ha anche dato speranza a tante persone. E dimostrato l’importanza di una diagnosi precoce”.

Fedez condizioni salute medico chirurgo Massimo Falconi
Fedez condizioni salute medico chirurgo Massimo Falconi

Ma la domanda che più attanaglia tutti è sul rischio della recidiva. Massimo Falconi ha dichiarato che “in generale, il percorso di cura di queste neoplasie non si esaurisce mai con il solo intervento chirurgico: i controlli, nel tempo, sono e rimangono fondamentali. La loro frequenza varia a seconda della ‘cattiveria’ che il tumore dimostra sulla base dell’esame istologico e di alcuni parametri patologici”.

“Ilary, per quasi 7 anni”!. E Jeremias scoppia a piangere in diretta. Nessuno conosceva questo retroscena

Tag:

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004