“È molto dimagrito, se lo mettono in carcere muore”. Fabrizio Corona, lo straziante appello dopo l’arresto

Fabrizio Corona, parla la madre. L’ex re dei paparazzi non ci sta. In seguito alla decisione della Cassazione, Fabrizio Corona continua lo sciopero della fame come protesta. E a prendere la parola è la madre, Gabriella Privitera, che non fa che sottolineare quanto la situazione stia diventando pericolosa. La donna ha rilasciato un’intervista per Il Corriere della Sera.

Si trova ancora presso il riparto psichiatrico del Niguarda di Milano, dove l’ex re dei paparazzi viene raggiunto dalla madre. La signora Gabriella Privitera si dice molto preoccupata per le condizioni del figlio, che per protesta ha deciso di continuare lo sciopero della fame: “Non si aspettava la decisione della Cassazione. Si sente vittima di un’ingiustizia e di accanimento: quei mesi li ha scontati”. (Continua a leggere dopo la foto).


“È molto dimagrito”, spiega al Corriere della sera. “Ho provato a convincerlo a prendere almeno un po’ di zucchero, ma non vuole niente”. Gabriella aggiunge ancora una volta:  “Fabrizio ha una malattia psichiatrica: disturbo borderline con disturbo bipolare di tipo narcisistico associato ad una sindrome depressiva maggiore”. (Continua a leggere dopo la foto).

“Fabrizio lancia sfide e io ho l’impressione che i giudici aspettino che li sfidi per poterlo punire, invece di fare in modo che sia protetto dai suoi comportamenti”. Quindi per la madre di Fabrizio Corona auspica un ritorno a casa “dove con grande sofferenza ha fatto un lungo cammino con me, suo figlio Carlos, i suoi fratelli e le poche persone che gli vogliono veramente bene”. (Continua a leggere dopo le foto).

E Gabriella non scansa neanche le ipotesi più dolorose:  “Deve continuare la terapia, se lo rimettono in carcere muore”, è il contenuto di un appello che nasce dal cuore di una madre. E solo qualche giorno fa si leggeva sul profilo Instagram di Corona: “Sette. Come i giorni di astinenza dal cibo, dal mondo e dalla vita. Sette giorni senza gli affetti, sette giorni senza il lavoro, sette giorni senza poter guardare il proprio figlio, sette giorni senza l’abbraccio della madre, sette giorni d’inferno. Sospeso tra la vita e la morte”.

Dayane Mello, settimane dopo la fine del GF Vip l’incontro tanto atteso