carmen russo enzo turchi sfrattati

“Condannati”. Grossi guai per Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi: la sentenza del tribunale è appena arrivata

Anche i ricchi piangono. Senza entrare nel merito delle disponibilità finanziarie di Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, in pochi si aspettavano una notizia del genere. Da decenni sulla cresta dell’onda, una delle coppie vip più note e ammirate. Si sono imposti all’attenzione del pubblico non solo per la loro professionalità, ma anche per essere un duo inossidabile. Nel lavoro come nella vita privata. Certo le crisi non sono mancate.

E negli ultimi tempi Carmen ed Enzo sono saliti agli onori della cronaca per un fatto increscioso. “Abbiamo avuto un rapporto di lavoro che in otto mesi, nonostante avessimo avuto le promesse, non è mai stato regolarizzato”. Queste le dichiarazioni rilasciate da due domestici che hanno prestato servizio presso la coppia. Una brutta vicenda con degli strascichi giudiziari. E adesso per i due noti ballerini è arrivata un’altra tegola.

carmen russo enzo turchi sfrattati


Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, sentenza di sfratto

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi hanno ricevuto una sentenza di sfratto dal tribunale della sezione civile del tribunale monocratico di Palermo. L’avviso riguarda l’immobile che ospita la loro accademia di danza classica e moderna “Energy Dance” in via Resuttana. La condanna è arrivata dopo che l’Immobil Sud Resuttana srl, rappresentata dall’avvocato Giampiero Saverino, aveva richiesto la risoluzione del contratto, stipulato nel 2014, per morosità.


carmen russo enzo turchi sfrattati

Il tribunale ha condannato Carmen Russo all’immediato rilascio dell’immobile e al pagamento a favore dell’Immobil Sud di 4160,50 euro. La famosa coppia, come riporta il Messaggero, non ha pagato l’affitto per un anno, da marzo 2020 a marzo 2021 ad eccezione di settembre 2020 perché l’accademia era chiusa per Covid. Carmen Russo si era opposta allo sfratto motivando proprio la chiusura per emergenza sanitaria. Ma il tribunale ha certificato: “La conduttrice non ha più effettuato pagamento alcuno, e ciò neppure in seguito alla consentita riapertura, a decorrere dal giugno 2021, delle palestre e delle piscine”.

“Le misure restrittive adottate dall’Autorità – ha sentenziato il tribunale – non possano in alcun modo legittimare comportamenti, quali quello odierno, di totale sospensione del pagamento del canone da parte del conduttore. E ciò, neppure quando l’attività esercitata nei locali locati sia stata, come occorre nel caso di specie, totalmente inibita”. Ora l’Immobil Sud si aspetta di ricevere i 30mila euro di affitti arretrati e ha richiesto il pagamento con un altro decreto ingiuntivo.