Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Belen Rodriguez choc passato poveri argentina

“Legati, pistole in testa”. Belen Rodriguez, dramma choc per lei e la famiglia

  • Gossip

Belen Rodriguez choc nell’intervista fiume rilasciata al settimanale Sette del Corriere della Sera e in cui ha ripercorso le tappe della sua vita. Ora l’argentina è una delle showgirl più amate e famose della televisione italiana, ma per arrivare a questo punto ha dovuto passare una vita non facile.

È stata proprio Belen Rodriguez a raccontare molti aspetti sconosciuti e drammatici della sua vita. Del sui passato ha ricordato la fuga dall’Argentina durante la terribile crisi economica, l’arrivo a Riccione come ragazza immagine e i primi soldi mandati a casa per salvare la sua famiglia. “La gente non aveva da mangiare. Saccheggiavano i supermercati, entravano nelle case, rubavano e uccidevano le famiglie” ha raccontato Belen.

Leggi anche: Belen Rodriguez: età, altezza, peso, misure, fidanzato, figli, ex famosi

Belen Rodriguez choc racconto argentina ladri casa povertà


Belen Rodriguez choc: il racconto della vita in Argentina

“A diciotto anni distribuivo volantini del cinema per strada. – ha raccontato ancora Belen Rodriguez – A diciannove facevo la pizzaiola in un ristorante”. Il padre Gustavo vendeva attrezzi agricoli e di giardinaggio mentre sua madre era una insegnante di sostegno. Poi la crisi che ha gettato l’Argentina nel baratro.

Belen Rodriguez choc racconto argentina ladri casa povertà

“Quando Menem sale al potere vende le aziende statali agli americani, incluse le grandi aziende come la Pepsi Cola di cui mio nonno era vicedirettore, ebbene in quel momento l’Argentina cade in una profonda crisi economica. La gente ipoteca la casa, la macchina. Anche noi, da un giorno a un altro perdiamo la casa, senza poter prendere niente: divani, letti, piatti, asciugamani”, è il racconto choc di Belen Rodriguez.

A quel punto la situazione degenera e il paese è nel pieno caos. “La gente non aveva da mangiare. Saccheggiavano i supermercati, entravano nelle case, rubavano e uccidevano le famiglie” ha raccontato Belen, che svela un terribile retroscena sul passato. “Un giorno arrivano da noi. In otto, armati e drogati di colla. Io ero in giardino, mi prendono per i capelli, mi trascinano dentro. Ci legano, pistole puntate alla testa. Mi chiamano in bagno. Da sola. Penso: se non mi uccidono tutto il resto va bene, il resto lo posso dimenticare”, è il racconto choc si Belen Rodriguez.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004