Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Amanda Knox e Raffaele Sollecito di nuovo insieme in Italia, 15 anni dopo il caso Kercher

  • Gossip

Insieme, 15 anni dopo il delitto di Meredith Kercher a Perugia. Amanda Knox e Raffaele Sollecito si sono rivisti e hanno fatto quella gita che avevano programmato in quei giorni e che poi è saltata per la morte della ragazza. Si sono rivisti in Umbria, ma non a Perugia, bensì a Gubbio: è stato il quotidiano britannico Mirror a dare la notizia e a pubblicare le foto dell’incontro. Va detto che ora Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono una donna e un uomo liberi: sono stati pienamente scagionati dalle accuse a loro rivolte.

Secondo il Mirror il viaggio in Italia di Amanda Knox è avvenuto alla metà di giugno: la ragazza, che oggi ha 35 anni, ha incontrato l’avvocato Luciano Ghirga, insieme all’altro legale Carlo Dalla Vedova e all’ex cappellano della sezione femminile del carcere, don Saulo Scarabattoli. Nella foto pubblicata dal quotidiano britannico i due sono sorridenti, felici di rivedersi dopo tanto tempo: una gita che viene descritta come la loro prima rimpatriata in Italia quasi dieci anni dopo l’ultimo incontro tra i due negli Stati Uniti.

Leggi anche: Amanda Knox, cosa succede e come vive 15 anni dopo l’omicidio Meredith Kercher


Amanda Knox e Raffaele Sollecito insieme a Gubbio 15 anni dopo

“Felice e spensierata – scrive il tabloid britannico – l’ex coppia ha visitato la pittoresca città di Gubbio dove avevano in programma di andare il 2 novembre 2007, il giorno in cui la studentessa universitaria di Leeds Meredith Kercher, 21 anni, fu trovata nella sua camera da letto con la gola tagliata e segni di violenza sessuale”. Quattro giorni dopo furono arrestati: all’epoca dei fatti Amanda Knox aveva 20 anni, mentre Raffaele Sollecito 23: sono stati entrambi due volte condannati per l’omicidio e due volte assolti prima che le loro condanne fossero annullate dalla corte suprema italiana nel 2015.

“Ho provato emozioni contrastanti”, ha detto Sollecito all’Ansa raccontando dell’incontro con Amanda Knox a Gubbio. “L’iniziativa è stata sua, ma l’idea di entrambi” dice ancora Sollecito in merito all’incontro che risale a giugno. “Ho provato emozioni contrastanti – ribadisce -, sicuramente piacere di stare in buona compagnia. Ma anche tristezza per la tragedia che abbiamo subito”. Oggi Amanda Knox ha 35 anni ed è diventata madre di una bimba, Eureka. “L’ho trovata bene, tranquilla e affettuosa”, ha detto l’avvocato Ghirga. “Prima – ha aggiunto – era forse più estroversa mentre ora è molto mamma, concentrata sulla figlia Eureka”. Raffaele Sollecito è diventato un ingegnere informatico.

Infine da quasi un anno è libero anche l’altro protagonista della vicenda, Rudy Guede, l’ivoriano che è stato condannato per l’omicidio di Meredith anche se lui continua a professarsi innocente ed ad accusare Amanda e Raffaele: “Non l’ho uccisa io, ero il condannato ideale – dice Guede che ora fa il bibliotecario -. Nelle mie sentenze c’è scritto: in concorso con Amanda Knox e Raffaele Sollecito, e nessuno dei giudici mi ritiene autore materiale del delitto”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004