“L’ho dovuto fare”. Albano Carrisi, la preoccupazione per la figlia Jasmine: “Cosa le sta succedendo”

Albano Carrisi, il racconto sulla figlia Jasmine. Come ben si sa il cantante di Cellino San Marco ha avuto sei figli: Yari, Cristel, Romina e Ylenia (scomparsa nel 1993), nati dal matrimonio con Romina Power, e Jasmine e Albano Junior nati dall’unione con Loredana Lecciso. Ed è proprio su Jasmine che si accendono, questa volta, i riflettori.

Il racconto di Albano Carrisi è stato riferito durante una lunga intervista rilasciata per il settimanale DiPiù Tv. Tutto, confida il cantante, ha avuto inizio quando la figlia Jasmine ha affermato di essere risultata positiva al Covid:”L’ho dovuta segregare in casa. E’ in camera sua tutto il giorno e anche io e Loredana Lecciso siamo in isolamento, seppure negativi”.

Albano Carrisi figlia Jasmine segregata stanza racconto

A detta del cantante di Cellino San Marco è stato molto impegnativo riuscire a tenere occupata Jasmine, quindi sempre durante l’intervista ha confidato di aver trovato tutti i modi per farle sentire la vicinanza, che per ovvi motivi non poteva che avvenire a distanza.


Albano Carrisi figlia Jasmine segregata stanza racconto

Dalle videochiamate ai piatti prelibati cucinati con amore e lasciati rigorosamente sull’uscio della porta. Albano Carrisi non poteva che rivelarsi, dunque, un papà premuroso durante un momento che sicuramente è stato molto delicato per tutti in famiglia.

Albano Carrisi figlia Jasmine segregata stanza racconto
Albano Carrisi figlia Jasmine segregata stanza racconto

Un rapporto speciale quello che lega papà e figlia. Di recente Jasmine ha confidato sulle pagine del periodico Ora: “Papà mi ha sempre sconsigliato di entrare a far parte di questo mondo finché non fossi cresciuta. Mi metteva in allerta, diceva stai attenta perché non è facile. È un’opportunità che bisogna giocarsi bene e che va gestita a 360 gradi. A prescindere da tutto, a me piace ascoltare la musica e studiarla”.