“Questa è follia”. Flavio Briatore, nuova polemica dopo le decisioni che lo toccano da vicino

Sempre sotto i riflettori, Flavio Briatore non rinuncia mai a dire la sua. L’ultimo caso mediatico in cui era stato coinvolto era stato successivo alla sentenza della Corte di Cassazione, poco tempo fa, che aveva annullato con rinvio la confisca del Force Blue, l’imbarcazione di Flavio Briatore. Il secondo annullamento da parte della Suprema Corte che in questo modo aveva disposto un processo di appello ter sul caso. Forse, quindi, il Force Blue forse non era da confiscare.


Quello che è certo è che Flavio Briatore non potrà riaverlo indietro. A gennaio, lo Stato ha venduto la barca, a Bernie Ecclestone, storico amico di Briatore. “Ho trovato nella Cassazione un giudice indipendente che valuta senza pregiudizi – spiegava Briatore al Corriere delle Sera -. È la seconda volta che lo fa. Poi, rinvia in Appello e, in Appello mi danno sempre torto. I miei avvocati, nella loro pur lunga esperienza, hanno rara memoria di due annullamenti e due condanne”.

Flavio Briatore


Come è possibile che avvenga ciò? “Chi lo sa? Abbiamo presentato tre istanze affinché aspettassero la Cassazione e non facessero l’asta in pieno Covid, con gli acquirenti che neanche potevano andare a vederla. Qual era la fretta di darla via?”. Flavio Briatore poi aggiungeva: “È uno yacht, non un cargo di banane che vanno a male. L’Autumn Sailing, la società armatrice, ha pure versato i soldi che servivano per la manutenzione e per tenerla in porto, ma non li hanno voluti. Risultato: l’hanno svenduta a sette milioni”.


Flavio Briatore


Ora a far infuriare Flavio Briatore sono le disposizioni sulle discoteche. Polemica nella quale era già entrato lo scorso anno. L’accusa di Briatore via social. Punto di partenza il maxischermo in piazza del popolo per vedere le partite degli Europei 2020 con tanto di dj che fa ballare e cantare prima e dopo il match. E questioni, come mascherine e distanza di sicurezza, dimenticate e anche impossibile da far rispettare.

Flavio Briatore


Un assist troppo ghiotto per Flavio Briatore – patron del Billionaire i cui gestori, così come quelli del Phi Beach e del Country Club, sono accusati di epidemia colposa nell’inchiesta giudiziaria sui contagi di Covid scoppiati la scorsa estate in Costa Smeralda – che su Instagram scrive. “Si organizzano feste in piazza senza alcun rispetto delle regole mentre l’intero settore delle discoteche attende risposte dal governo che tardano ad arrivare”.