Cinema italiano in lutto, morto l’attore Libero De Rienzo. Trovato a casa, aveva a 44 anni

Se n’è andato a 44 anni. A trovarlo, nella sua casa romana, un amico preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con lui. Aveva vinto il David di Donatello nel 2002 e nel 2006, nel film Fortpàsc di Marco Risi, aveva interpretato il giornalista napoletano Giancarlo Siani. Tra i suoi lavori successivi, ‘Smetto quando voglio’ (2014) e nel 2019 il film ‘A Tor Bella Monaca non piove mai’. Volto e maschera dell’Italia, era considerato uno degli attori più talentuosi della sua generazione.


Nato a Napoli nel 1977, aveva intrapreso la carriera dello spettacolo sulle orme del padre, Fiore De Rienzo, che è stato aiuto regista di Citto Maselli, molto conosciuto per essere stato uno degli inviati storici di Chi l’ha visto. Recita nei due film di Marco Ponti: Santa Maradona (2001), grazie al quale riscuote fama e apprezzamenti e vince il David di Donatello 2002 come miglior attore non protagonista, e A/R Andata + Ritorno (2004), in cui è protagonista insieme a Vanessa Incontrada. Non solo attore Libero De Rienzo era molto di più.

libero de rienzo


Libero De Rienzo è anche sceneggiatore, nonché regista e attore, nella pellicola Sangue – La morte non esiste con cui ottiene anche dei riconoscimenti. Lavora anche in alcune produzioni televisive, tra cui il film tv Più leggero non basta (1998), regia di Elisabetta Lodoli, e le miniserie tv Nassiriya – Per non dimenticare (2007), regia di Michele Soavi, e Aldo Moro – Il presidente (2008), regia di Gianluca Maria Tavarelli.


libero de rienzo



Morto Libero De Rienzo, una carriera tra cinema e tv

Il 2009 è l’anno in cui Libero De Rienzo ritorna sul grande schermo con il film Fortapàsc, regia di Marco Risi, film su Giancarlo Siani, giornalista de Il Mattino, ucciso nel 1985 dalla camorra. Due anni dopo recita in La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo.

Fiore De Rienzo

libero de rienzo


Nel 2014 Libero De Rienzo è tra i protagonisti di Smetto quando voglio, commedia diretta da Sydney Sibilia sulla vicenda di una banda di giovani laureati che si improvvisano spacciatori (commedia a cui sono succeduti due sequel nel 2017: Smetto quando voglio – Masterclass e Smetto quando voglio – Ad honorem).

Pubblicato il alle ore 11:33 Ultima modifica il alle ore 12:47