Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Devastante terremoto: magnitudo 6.8, almeno 600 morti e centinaia feriti

  • World
terremoto marocco

La terra trema. Bilancio drammatico in seguito allo scatenarsi del fenomeno tellurico che ha raggiunto una magnitudo 6.8 della scala Richter secondo il Centro nazionale per la ricerca scientifica e tecnica (Cnrst) di Rabat. Al momento in seguito all’evento sismico sono stati registrati circa 600 morti e centinaia di feriti. Attraverso una nota di Palazzo Chigi si apprende la volontà espressa della premier Giorgia Meloni di restare vicini e solidali con il Paese colpito: “L’Italia disponibile a dare sostegno al Paese”.

Terremoto tra Marrakesh e Agadir. “Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, oggi a Nuova Delhi per il Vertice G20, ha appreso con dolore il tragico bilancio del devastante terremoto che ha colpito il Marocco”, si apprende attraverso la nota di Palazzo Chigi. E ancora: “Meloni ha espresso vicinanza e solidarietà al Primo Ministro Aziz Akhannouch, ai familiari delle vittime e al popolo marocchino, manifestando la piena disponibilità dell’Italia a sostenere il Marocco in questa emergenza”.

Leggi anche: “Ha tremato tutto”. Scossa di terremoto in Italia, paura e gente in strada

Terremoto tra Marrakesh e Agadir


Terremoto tra Marrakesh e Agadir. L’appello di Giorgia Meloni: “L’Italia disponibile a dare sostegno al Paese”

Le immagini trasmesse dall’emittente televisiva Al Aoula parlano chiaro: le storiche mura della città di Marrakech sono state danneggiate per gran parte della loro estensione. Strade e case distrutte, abitanti sfollati e segnati sul viso dal terrore e non solo. Sono state registrate anche diverse e prolungate interruzioni di corrente.

Terremoto tra Marrakesh e Agadir

la scossa è avvenuta poco dopo le 23:00 ora locale (22:00 GMT) a una profondità ridotta, a circa 71 km (44 miglia) a sud-ovest di Marrakesh. Diversi residenti dell’area colpita non hanno trovato il tempo di lasciare le abitazioni, ritrovandosi dunque intrappolati sotto gli edifici in rovina. Immediati gli arrivi sul posto dei soccorritori che, stando a quanto riportato dalla televisione statale Al Aoula, hanno trovato difficoltà a raggiungere le zone più colpite dal terremoto.

Terremoto tra Marrakesh e Agadir

Inoltre si apprende che il Centro trasfusionale ed ematologico del Paese ha diramato l’invito a donare il sangue per aiutare le vittime. Infatti gli ospedali locali hanno registrato un afflusso di arrivi. Oltre all’appello da parte dell’Italia della premier Giorgia Meloni, anche il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha parlato su X: “I miei pensieri vanno a tutte le persone coinvolte nella tragedia e ai soccorritori che svolgono le operazioni di ricerca. L’Ue – ha aggiunto – è pronta a sostenere il Marocco in questi momenti difficili”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004