Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ho avuto paura di perderlo”. Alba Parietti, il racconto della notte di violenza col figlio protagonista: massacrato di botte

Puntata molto delicata quella di stamani di ‘Storie italiane’. Nel corso del programma guidato da Eleonora Daniele largo spazio è stato dato ai fatti di Lanciano, con un collegamento in diretta con la mamma del 18enne picchiato nel fine settimana scorso e finito in coma. Una storia terribile, a quanto si apprende dai media locali il ragazzo stava passando una serata con alcuni amici.

Poco distante c’era un altro gruppetto di almeno altri cinque giovani: tra loro alcuni minorenni. Fra i due gruppi, per cause da accertare, stando ad una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, è nato un battibecco. Sfottò e paroloni. Uno della baby gang, ad un certo momento, ha iniziato a rincorrere il 18enne che è stato agguantato e raggiunto da un violentissimo pugno alla testa, alla tempia. Il ragazzo ha barcollato e poi si è accasciato a terra. Nel frattempo altri del gruppo dell’aggressore hanno tentato di acchiappare il 26enne e di picchiarlo, ma non ci sono riusciti. Continua dopo la foto


Sulla questione è intervenuta anche Alba Parietti che ha raccontato come diversi anni fa abbia vissuto un episodio simile in famiglia. Ai microfoni di Storie Italiane Alba Parietti ha raccontato infatti: “Capisco questa mamma. E’ successo anche a me tanti anni fa. Mio figlio è stato pestato ferocemente e nessuno lo ha soccorso Peraltro erano tutte persone adulte che dovevano avere un ruolo di grande responsabilità” ha specificato subito dopo. Continua dopo la foto


Poi Alba Parietti è entrata, con i ricordi, nel dettaglio di quei giorni terribili. “Gli è stata spaccata completamente la mandibola, è stata una frattura scomposta. Ha rischiato di essere ammazzato, quello in cui ha passato un’intera notte non era neanche un ospedale, non gli è stata fatta neppure la tac. Sarebbe potuto tranquillamente morire” ha ammesso infine”. Continua dopo la foto


{loadposition intext}
Poi Alba Parietti ha concluso“Sto veramente molto male quando vedo queste madri. In queste storie mi ci ritrovo. So cosa si prova, anche per quel senso di ingiustizia e quella paura che poi rimane per tutta la vita. La paura di quello che sarebbe potuto succedere rimarrà sempre, speriamo sia totalmente scongiurato, signora”.

Ti potrebbe interessare: “Sei patetica, sappiamo come vivi”. Elisabetta Gregoraci, è una vera coltellata. L’attacco senza precedenti sul punto più ‘scottante’