Simone Cristicchi Emorragia Madre Verissimo

“Una grave emorragia”. Simone Cristicchi, il dramma privato mai svelato prima: Silvia Toffanin in lacrime

Momento molto doloroso a ‘Verissimo’ nella puntata di sabato 5 giugno, quando è stato ospite il cantante Simone Cristicchi. L’artista ha rivelato una parte intima della sua vita, caratterizzata da una sofferenza immensa. Non ne aveva mai parlato così apertamente, ma adesso ha trovato finalmente la forza e il coraggio di dire la sua e ha commosso la conduttrice televisiva Silvia Toffanin e i telespettatori. Stavolta ha voluto raccontarsi senza alcun filtro ed è emerso un lato del suo carattere particolare.

Ospite del programma di Canale 5 anche la ballerina Elena D’Amario, la quale si è soffermata su Enrico Nigiotti: “Noi continuiamo a supportarci nei momenti professionali. Ci sentiamo con un messaggio in quei momenti. Enrico è stato il mio primo amore. Lo ricordo con un affetto enorme. Non lo dimenticherò mai. Un amore così travolgente non l’ho più provato”. Dopo una storia con il collega Alessio La Padula, la ballerina e coreografa di Amici oggi sembrerebbe essere single.

Simone Cristicchi Dolore Emorragia Madre Verissimo

Simone Cristicchi ha parlato anche di un argomento più leggero, ovvero il suo libro ‘Happy Next – Alla ricerca della felicità’: “I bambini hanno un super potere, la curiosità. La curiosità è una delle chiavi per essere felici. Durante il periodo del lockdown ho ristabilito alcune priorità che avevo perso. Ho avuto la percezione che rispettare le regole voleva dire fare la mia parte. Ho ristabilito la lentezza”. Ma il racconto più commovente è giunto quando ha iniziato a parlare della sua amatissima mamma.


Simone Cristicchi Verissimo Emorragia Madre

Parlando della sua sfera privata Simone Cristicchi ha affermato davanti alle telecamere: “A dieci anni ho perso mio padre, ma ho sempre sentito la sua presenza nei momenti fondamentali. Anche mia madre qualche anno fa ha avuto un grave problema. Un’emorragia che le impedisce di fare molte cose, ma riesce a sorridere e quando sorride illumina tutto il mondo. Perdiamo tempo per cose superflue, vedere lei che reagisce è il più grande insegnamento che possa ricevere. Una volta mi sono trovato tra due tir”.

Simone Cristicchi ha concluso così l’intervista con Silvia Toffanin: “Quel momento ha rappresentato uno spartiacque della mia vita, il pensiero che possiamo andarcene da un momento all’altro ci spinge a dare valore ad ogni singolo attimo”. Il rischio dunque di morire mentre guidava la sua automobile ha decisamente cambiato nell’animo il bravissimo artista, che ora ha una visione completamente diversa della vita.