“Querelata”. Guai per Rosalinda Cannavò, è il suo legale a parlare. È successo dopo la fine del Grande Fratello

Solo ieri Rosalinda Cannavò ha festeggiato i due mesi di fidanzamento con Andrea Zenga. Lo ha fatto nella maniera più romantica, sorprendendo il suo fidanzato con video su Instagram con le immagini più belle della coppia durante il reality e nella vita di tutti i giorni, accompagnate dalla dedica d’amore per i due mesi di fidanzamento. “In qualunque modo ci sono” … “Una promessa – ha scritto Rosalinda – fatta quel 14 febbraio che ci tieni uniti anche oggi a distanza di due mesi dal nostro primo bacio!”.

“Un bacio inaspettato, dolce, delicato così tanto da essere una carezza per il mio cuore. Ed è li che le parole non son servite più. Ne importava più il giudizio della gente. Esistevamo solo io e te. Tutto il resto non contava più nulla. Ci tenevo già a te!”. “Ad oggi sei la ragione della mia felicità e dei miei sorrisi – continua l’attrice – Perché non c’è niente di più essenziale per me quanto averti nella mia vita. Non è stato semplice. Però le cose più belle sono sempre quelle più difficili, quelle per cui bisogna combattere! Ho combattuto. Ho scelto. Ho rischiato. Perché ne vale assolutamente la pena e tu per me sei stato un dono di Dio”. Continua dopo la foto


Un amore che va a gonfie vele, anche se con quale normale intoppo della vita quotidiana a due. Rosalinda Cannavò è tornata ieri a Milano nella casa che condivide con il fidanzato, che su Instagram ha pubblicato la piccola lite coniugale con la sua Rosina, alle prese con le pulizie di casa. Niente in confronto a quello che è successo appena fuori dalla casa. Continua dopo la foto

Rosalinda Cannavò ha confermato di essere stata denunciata dal suo finto ex fidanzato dopo che lui stesso aveva fatto sapere si sarebbe rivolto alle autorità: “Mi prendo le mie responsabilità. Sì Massimiliano mi ha querelata. Sicuramente io all’interno della casa del GF Vip ho fatto una serie di scivoloni. Uno di questi è stato quello che ho detto di Massimiliano. Cosa posso dire? Mi prendo giustamente questa querela che mi ha appena fatto. Però devo dire anche che non mi pento di nulla in questa storia, non mi pento di quello che ho fatto”. Continua dopo la foto


{loadposition intext}
E non la è sola come raccontato dal suo avvocato Daria Pesce a Il Fatto Quotidiano, è stato anche il produttore Alberto Tarallo: “Loro due (Rosalinda Cannavò e Massimiliano Morra, ndr) sono già stati denunciati per diffamazione da Tarallo. Ma non sono gli ultimi che abbiamo querelato in questi mesi. L’indagine sull’istigazione al suicidio presumo sia nata per un esposto o una denuncia di Giuseppe Losito e penso che ancora oggi sia contro ignoti. Come finirà l’indagine? Non faccio previsioni, ma dico solo che l’istigazione è molto difficile da dimostrare. In più noi abbiamo tutte prove che dicono che Losito abbia compiuto questa scelta drammatica spinto dai debiti accumulati: Teo non solo non aveva più soldi ma aveva molti debiti cui Tarallo ha in parte fatto fronte”.

Ti potrebbe interessare: “Tra di noi…”. Dayane Mello, bomba su Rosalinda Cannavò. La modella ora racconta: “Nella casa, davanti a tutti”