“Non c’è più…”. Roby Facchinetti, un lutto troppo doloroso. Il crollo in diretta davanti a Serena Bortone

Nuovo appuntamento con ‘Oggi è un altro giorno’ di Serena Bortone nella giornata del 14 maggio. Ospite della sua trasmissione, tanto apprezzata dal pubblico, è stato il cantante Roby Facchinetti. Uno dei grandi componenti del gruppo musicale dei Pooh si è emozionato, parlando di un argomento molto struggente. Si è collegato da remoto con il programma Rai e ha voluto ricordare una persona che purtroppo non c’è più. Se n’è andata prematuramente, lasciando tutti nello sconforto assoluto.

Anche da parte della padrona di casa non è stato semplice contenere la commozione. Ascoltando quelle bellissime parole dell’ospite, anche lei si è lasciata andare e ha voluto dire la sua sul tema. Si sono dunque concentrati su un uomo, che non solo si è fatto ammirare per le sue indubbie e straordinarie qualità artistiche, ma anche per quelle umane. Con la sua lezione di vita ha lanciato dei messaggi molto importanti a tutte le generazioni, infatti la sua memoria è impressa praticamente in tutti.


Roby Facchinetti si è collegato con ‘Oggi è un altro giorno’ per omaggiare il direttore d’orchestra Ezio Bosso, deceduto il 15 maggio del 2020 a Bologna a 48 anni. Queste le sue parole: “Non c’è più, lui era la musica, se la musica avesse avuto la parola avrebbe parlato come lui. Quando arrivò a Sanremo era già famoso in tutto il mondo. Lo vidi in un concerto a Busseto, dirigeva Beethoven a memoria. Sapeva benissimo come far suonare l’orchestra, era un uomo illuminato, era oltre”.

Dopo le bellissime dichiarazioni dell’uomo, spazio anche alle considerazioni di Serena Bortone: “Fin da quando ero una bambina ho lottato contro la frase secondo cui un povero non può diventare un direttore d’orchestra. Il figlio di un operaio non poteva farlo. Grazie per il tuo esempio, a tutti coloro che inseguono i propri sogni, non smettete di farlo”. Ezio Bosso ha infatti insegnato tantissime cose e dato speranza a moltissima gente. La sua musica permette di ricordarlo anche dopo la morte.

Alba Parietti aveva ricordato così Bosso alcuni mesi fa: “Io solo mi applico. Ma mi fa felice quando fa felice, sognare, immaginare o anche solo un po’ di bene a qualcuno, qualcosa in cui ho messo le mani. Buonanotte Alba…Buonanotte Ezio, adorato indimenticabile amico mio, tre mesi senza di te. Manchi”. Un messaggio che aveva emozionato tutti i suoi follower, che le avevano espresso vicinanza per questo ricordo tanto triste.

“Se potessi…”. Amici 20, Maria De Filippi mai vista così. Lo fa per la prima volta, Sangiovanni in lacrime