“Ecco chi lo sostituisce”. Pierluigi Diaco, Io e Te sospeso: ora arriva la conferma

Pierluigi Diaco, ancora novità per Io e Te, il programma Rai andato incontro, come tanti, a una sospensione in seguito all’emergenza sanitaria. La notizia viene diffusa da Il Fatto Quotidiano, che informa di una momentanea sostituzione con La Vita in Diretta Estate. Marcello Masi e Andrea Delogu prolungheranno gli appuntamenti per il pubblico italiano.

È stato Pierluigi Diaco a informare su Il Corriere della Sera che: “C’è una collega che è risultata positiva al tampone. Stiamo quindi procedendo all’applicazione del protocollo Rai previsto in questi casi. Ovviamente il primo pensiero va alla nostra collega e a tutta la mia squadra. Capiremo nelle prossime ore nei prossimi giorni se riusciremo ad andare in onda per l’ultima settimana di programmazione di Io e te”. (Continua a leggere dopo la foto).


Ma la conferma Rai per una prossima stagione arriva per la gioia di tutti, visto lo share di ascolti che ha da sempre accompagnato il successo di Pierluigi Diaco, che ha ritenuto doveroso e sentito ricambiare con parole di gratitudine: “Provo estrema gratitudine. Tutto quello che abbiamo attraversato con la pandemia deve servire per ricordarci che siamo fortunati. Io sono veramente grato al direttore Coletta per la fiducia sincera che mi ha accordato”. (Continua a leggere dopo la foto).

Per aggiungere che: “Poi le scelte dei direttori sono sempre insindacabili e non mi piace chi fa la vittima: ritengo che nessuno sia in dovere nei miei confronti. È una decisione che rispetto ma siccome vedo sempre il bicchiere mezzo pieno, ho già proposto un altro programma e spero che nei prossimi mesi sarà in onda”. Un conduttore che è riuscito a conquistare tutti con una sensibilità fuori dal comune. (Continua a leggere dopo le foto).

“Credo ci sia molto bisogno di umanità, di interviste lunghe, in cui si rispettano i silenzi, le emozioni. Dove le persone vengono ascoltate per davvero. Un tv noiosa, perché io mi ritengo una persona noiosa, nel senso di antitetica rispetto a questo tempo in cui tutto è veloce e non c’è modo di far sedimentare le cose. Io leggo i giornali cartacei, ascolto 33 giri, scrivo lettere… mi piace il sapore di un’Italia che non c’è quasi più, di un tempo che rischia di scivolare via”.

Federica Pellegrini in piscina “meglio di una sirena”. Occhi tutti per lei