Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Orietta Berti: età, altezza e peso. I figli e il marito Osvaldo

 

Orietta  Berti nasce artisticamente nel 1961 quando, dopo una lunga gavetta fatta di studio ed esibizioni in vari locali dell’Emilia, partecipa alla prima manifestazione canora ufficiale “Il disco d’oro” indetta dall’Enal di Reggio Emilia e vincendo grazia alla sua interpretazione de ”Il cielo in una stanza”, brano di Gino Paoli lanciato con enorme successo l’anno prima da Mina. Insieme a lei si posiziona alla prima posizione un’altra grande della musica italiana, Iva Zanicchi. In occasione di questo concorso, conosce al teatro municipale di Reggio Emilia il direttore artistico della Karim, Giorgio Calabrese, che le propone di firmare un contratto. Orietta Berti, all’anagrafe Orietta Galimberti, è nata a Cavriago (Reggio Emilia) il 1 giugno del 1943 ed è una delle più popolari interpreti femminili degli anni Sessanta, perfetta intonazione, garbo nelle interpretazioni. Soprannominata da Silvio Gigli la ”capinera dell’Emilia” e, successivamente, l”’usignolo di Cavriago”, durante la sua carriera ha venduto oltre 15 milioni di dischi, ottenendo quattro dischi d’oro, un disco di platino e due d’argento. (Continua a leggere dopo la foto)



La cantante s’impone all’attenzione del pubblico fino ai giorni nostri. Il successo arriva grazie a “Un disco per l’estate” 1965, dove la giovane cantante propone “Tu sei quello”. Dopo aver partecipato anche alla Mostra Internazionale di Musica Leggera, Orietta Berti arriva al primo posto al “Festival delle Rose” con il brano “Voglio dirti grazie”. Il nuovo decennio si apre con una serie di successi: Fin che la barca va del 1970, forse la sua canzone più conosciuta (classificatasi terza a Un disco per l’estate 1970), Tipitipitì (dello stesso anno, finalista a Sanremo), Una bambola blu (finalista a Canzonissima) e Via dei Ciclamini del 1971 (canzone apparentemente spensierata ma che, nel testo, affronta il tema della prostituzione); tutte entrano nei primi posti della hit-parade. (Continua a leggere dopo la foto)

Orietta Berti ha partecipato undici volte al Festival di Sanremo e dieci volte a Un disco per l’estate. Nel 2010 ha ricevuto il premio speciale Mia Martini alla carriera, per i suoi 45 anni d’attività ed è stata protagonista di moltissime tournée in Italia e in diverse parti del mondo. Inconfondibile il suo look. Da anni Orietta Berti ha optato per un caschetto corto dal colore rosso acceso e trucco marcato, che mette in risalto gli inconfondibili occhi vispi ed espressivi. Negli ultimi anni è diventata suo malgrado un’icona gay: ”Forse per quella sua mania delle bambole o delle scarpe o per essere una specie di mamma nazionale o per quella sua gioia di vivere che sprizza da tutti i pori o per essere così spontanea da risultare fuori dal tempo, dalle mode, dai gusti correnti”, ha scritto Aldo Grasso per il Corriere della sera. (Continua a leggere dopo le foto)






{loadposition intext}
Rilanciata da Fabio Fazio nella trasmissione Quelli che il calcio, dal 1997 al 2001, dove era ospite fissa e quasi sempre inviata sugli spalti è tornata in televisione per alcune comparsate e ospite fissa, sempre accanto a Fabio Fazio, durante ”Che tempo che fa” della domenica sera. Colleziona bambole, scarpe colorate, acquasantiere, parrucche fluorescenti e ha più di duemila paia di scarpe. Per quel che riguarda la sua vita privata, nella vita di Orietta Berti (altezza 1,60 per circa 65 chili di peso) c’è stato solo un grande amore: Osvaldo Paterlini, sposato il 14 marzo 1967. Dall’unione sono nati il 3 agosto 1975 Omar e, il 18 febbraio 1980, Otis.

Lisa: età, altezza e peso. Chi è il cantante del successo sanremese ‘’Sempre’’


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004