“Ho deciso”. Massimo Giletti rompe il silenzio sul suo futuro. Parole che fanno già discutere

A viale Mazzini avrebbe di nuovo messo gli occhi su Massimo Giletti. E le indiscrezioni si fanno sempre più pesanti dopo le prime spifferate. Da nostre fonti, sappiamo che l’artefice del ritorno di Giletti in Rai potrebbe essere Gianmarco Mazzi. Manager, uomo di grande esperienza, autore televisivo dal palato fine, esperto sanremese. A lanciare la bomba era stata TV Blog.

Parlando di possibilità assai concrete di rivedere il presentatore e giornalista sul secondo canale del servizio pubblico. Il 59enne ha lasciato la Rai nel 2017, in seguito all’eliminazione del suo programma cult L’Arena, in onda la domenica pomeriggio. Da quattro anni è al timone di Non è l’Arena su La 7. Massimo Giletti è stato di recente al centro delle polemiche. Colpa di una puntata bollente in cui si è parlato anche di Ciro Grillo con la violenta polemica tra Vittorio Sgarbi e Lilli Gruber nella quale è entrato anche Massimo Giletti.


“Non l’ho potuto dire – ha ammesso in riferimento alla creazione del Conte 2 in concomitanza con l’inchiesta ai danni del figlio di Beppe Grillo – tutto questo mi è stato impedito. Non venivo da te, andavo spesso dalla Gruber, ho provato quattro volte, mi è stato impedito costantemente. Mi diceva: ‘No, non si può parlare…’”

E ancora: “Provavo da Porro, dalla Palombelli. C’era l’idea di non entrare nel merito della dimensione privata. Tu oggi mi vendichi. Io vedevo il nesso fra la dimensione privata e quella che era l’attività politica di Grillo. La Gruber mi ha impedito di dirlo”. Sulla questione Ciro Grillo, e contro Massimo Giletti, era intervenuta anche Selvaggia Lucarelli. Punto di partenza un audio di Vittorio Lauria, uno dei ragazzi indagati insieme con il figlio di Beppe Grillo di stupro di gruppo in cui parlava a ruota libera di quella notte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Massimo Giletti (@mgilettifanclubofficial)


Una polemica nella quale Massimo Giletti non era voluto entrare. Oggi, in un’intervista al quotidiano La Stampa, il conduttore si è lasciato andare a una serie di confessioni, dal primo maggio al suo futuro in tv non lasciando argine di dubbio. “C’è stata l’abilità da parte di Fedez di saper trasformare in evento una piccola cosa di cui nessuno si sarebbe mai occupato. Fedez è bravo a gestire il suo marketing personale ma in quanto artista deve parlare di ciò che vuole sul palco. Tv? Peserà il mio senso di libertà”. Una frecciata a La7? Parole che fanno già discutere.

Ti potrebbe interessare: “Ci state prendendo per il c***”. Non è l’Arena, Massimo Giletti è una furia. Il suo ospite in difficoltà: “Aspetta…”