non è l'arena giornalista insultata

“Ti rompo il c***!”. Caos durante Non è l’Arena, Massimo Giletti incredulo davanti a quella scena

Sempre più esasperato il dialogo tra i giornalisti e no green pass (e naturalmente anche no vax). Dopo le percosse, gli insulti e qualche violenza inaudita, si torna a puntare il dito sulla categoria. L’ultimo episodio, ma solo in ordine cronologico, vede protagonista Rosanna Sferrazza, inviata di Massimo Giletti, per Non è l’Arena, su La7. Per lei tanti insulti e qualche minaccia. La giornalista si aggira per Roma alla ricerca di chi è in fila per fare un tampone e ottenere (controvoglia) il certificato verde anti-Covid.

La fila è lunga, l’aria pesante. E la tensione, davanti alle telecamere, a un certo punto esplode. “Noi siamo qui perché il vaccino non lo vogliamo fare, purtroppo siamo costretti a questa pagliacciata del Green pass per andare a lavorare, solo perché ci serve lo stipendio”. E ancora la coppia: “Sono 3 tamponi a settimana, quindi 24 euro a settimana. Non mangiamo fuori, niente pizza. Facciamo la spesa e mangiamo in casa”.

non è l'arena giornalista insultata

La giornalista prova ad instaurare un dialogo con gli altri in fila ma le cose non si mettono bene. Una donna in coda inizia ad attaccare frontalmente la giornalista: “La buona informazione siete voi? Gente disperata che deve pagare il pizzo per lavorare. Lo voglio vedere questo servizio, se va in tv la mia faccia vi rompo il c*** perché ho il video, ok?”.


non è l'arena giornalista insultata

“Potete usare anche un linguaggio più moderato”, contesta educatamente la Sferrazza: “Ma quale linguaggio moderato… Venduti! Me***!”. Arriva un signore: “Voi siete tre sorci – accusa la troupe -, con sta faccia da co che ridi, ci sarebbe da mettervi le mani addosso”. A Non è l’arena si parla ancora dei No Green pass, e ospite in collegamento c’è la senatrice ex M5s Laura Granato.

green pass non è l'arena giornalista insultata

La donna ultimamente è diventata un simbolo politico contro il green pass avendo rifiutato di esibire il certificato verde all’ingresso a Palazzo Madama. E a un certo punto Giletti esplode contro di lei: “Nessuno sapeva nemmeno come si chiamava, ora ha detto no al Green pass ed è sulla bocca di tutti. Perché non ha voluto far vedere il certificato in Senato?”.