Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ho fatto una ca***ta”. I soliti ignoti, Gabriele Cirilli non la prende bene e blocca Amadeus. Pubblico senza parole

Gabriele Cirilli è tra gli ospiti della puntata di ieri de I Soliti Ignoti. Amadeus lo ha presentato come un apprezzato comico, cabarettista, attore, umorista e scrittore. Tutti i telespettatori e fan che lo seguono da anni, con passione e costanza, conoscono la sua simpatia e il suo senso dell’umorismo. Gabriele infatti, con battute esilaranti e l’ironia che lo contraddistingue, si è guadagnato l’affetto del pubblico strappando sempre risate grazie alle grandi qualità e al talento di cui è dotato.

E chi lo conosce bene lo sa che Gabriele ha anche una profonda sensibilità. E infatti il comico, ospite in studio come concorrente, quando teme di aver dato una risposta sbagliata e di aver mandato in fumo il montepremi da 50.000 euro che sarebbe andato in beneficenza allo Spallanzani di Roma, dice: “Mi sa che ho fatto una cazz***…”. Si scusa Cirilli deluso e prostrato con Amadeus e, idealmente, con i telespettatori. Quando però il padrone di casa gli conferma che la risposta è esatta, il comico rivelatosi al grande pubblico sul palco di Zelig inizia a saltare per la gioia. (Continua a leggere dopo la foto)


Chi è stato attento alle sue vicende, conosce bene il rapporto speciale e fondamentale che Cirilli ha con sua moglie. Un personaggio dalla grande simpatia, ma soprattutto dal grande cuore, come ha avuto modo di apprendere Caterina Balivo, l’allora conduttrice di Vieni da me che ospitò proprio Gabriele per una chiacchierata. (Continua a leggere dopo la foto)

“Questa è la donna – spiega Gabriele – più importante della mia vita, Maria, con la quale sono sposato da 25 anni (all’epoca, ndr) più nove di fidanzamento. Insomma, dal 1984.” E ancora: “Proietti mi ha regalato una vita facendomi fare l’attore, lei me l’ha proprio salvata. Sai, durante l’adolescenza con tanti problemi che può avere un adolescente…”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Poi continua, emozionando tutti: “Passavo le giornate a casa, sul divano. Non lo nascondo, ho avuto una grande depressione perché volevo affrontare questo lavoro con grinta e passione, non me lo permettevano. Mi sentivo impotente. La moglie portava a casa lo stipendio, quello vero, quello che ci faceva mangiare”.

Ti potrebbe anche interessare: Bollo auto, attenti alle ricevute di pagamento: ecco per quanto tempo bisogna conservarle

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004