Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ora niente programma Rai”. Bufera sul conduttore dopo i fatti choc: a rischio il suo spazio

A rischio il nuovo programma Rai

A rischio il nuovo programma Rai. Sembra che la dirigenza di Viale Mazzini stia valutando di sospendere il nuovo programma di Filippo Facci. Da come era stato presentato, doveva essere una delle nuove trasmissioni della stagione 2023-2024. Si sarebbe dovuto chiamare “I Facci vostri” e non è escluso che il programma vedrà comunque la luce. L’uomo tuttavia è finito in una bufera che potrebbe fargli saltare la testa. Ma andiamo con ordine. Il giornalista infatti, su Libero, ha scritto riguardo la ragazza che ha denunciato il figlio di Ignazio La Russa, Leonardo Apache, per violenza sessuale.

>> “È la nostra ultima offerta”. Fiorello fuori dai palinsesti, la Rai scopre tutte le carte. Cosa sta succedendo

Faccia descrive la vittima come di “una ragazza di 22 anni era indubbiamente fatta di cocaina prima di essere fatta anche da Leonardo Apache La Russa”. Sandro Ruotolo, collega e ora responsabile informazione del Pd, dice: “Conviene alla Rai, al servizio pubblico, affidare un programma a Filippo Facci? Può la tv pubblica essere affidata a chi fa vittimizzazione secondaria?”.

A rischio il nuovo programma Rai


A rischio il nuovo programma Rai

Poi riporta Ruotolo: “E che dice il comitato etico della Rai? Il servizio pubblico può consentire una lettura del genere sulle donne? Pensateci bene dirigenti di viale Mazzini. Il servizio pubblico è di tutti ma non può esserlo dei sessisti, dei razzisti e del pensiero fascista”. Chiaramente, poco dopo Filippo Facci fa un passo indietro e chiede scusa a uso modo: ”Riscriverei quella frase?”.

E ancora: “No, perché conta un solo fatto: che la frase non ha portato niente di buono e che ha fatto malintèndere un intero articolo. La professionalità innanzitutto, l’orgoglio personale poi”. Facci definisce la cosa, una polemica “costruita sul nulla” e dice che da giorni si cercava un incidente per investirne la Rai, “colpevole – dice Facci – di avermi proposto una collaborazione per ora non formalizzata”.

E ancora: “Chiunque abbia letto l’articolo interamente, e sottolineo chiunque ha convenuto che il mio articolo fosse equilibrato ed equanime”. Carlo Calenda poi, sui social definisce il giornalista un “troglodita che in ogni altro paese europeo dopo aver scritto questa roba qui, non scriverebbe più neppure sul giornale condominiale. Etica, decenza e buongusto questi sconosciuti”.

Leggi anche: “Succederà presto”. Andrea Giambruno, scoperta bomba sul compagno di Giorgia Meloni: è lui a spiegare i dettagli


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004